Niscemi, il MUOS e l’egemonia globale statunitense

“In Sicilia l’ultima tappa del processo di militarizzazione dello spazio e di rilancio delle guerre stellari e delle strategie di “primo colpo” nucleare. A due passi dal centro abitato di Niscemi (Caltanissetta) sta per sorgere infatti una delle stazioni di controllo terrestre del Mobile User Objective System MUOS, il sofisticato sistema di comunicazione satellitare ad altissima frequenza (UHF) delle forze armate USA che integrerà comandi, centri d’intelligence, radar, cacciabombardieri, missili da crociera, velivoli senza pilota, ecc., con l’obiettivo di perpetuare la superiorità offensiva degli Stati Uniti d’America.
(…)
L’area prescelta per la stazione terrestre MUOS ricade nell’antico feudo Ulmo di Niscemi dove dal 1991 esiste una delle più grandi stazioni di telecomunicazione della Marina USA nel Mediterraneo. Si tratta della “Naval Radio Transmitter Facility (NRTF) N8″, utilizzata per le trasmissioni in alta e bassa frequenza (HF ed LF) dei comandi e delle forze militari operanti in una vastissima area compresa tra il Mediterraneo, l’Asia sud-occidentale, l’Oceano Indiano e l’Oceano Atlantico. Attualmente a Niscemi sono installate 41 antenne di trasmissione HF ed una LF; il centro di telecomunicazione è sotto il controllo della U.S. Naval Computer and Telecommunication Station Sicily (NAVCOMTELSTA – NCTS Sicily) che ha sede a NAS II Sigonella. NCTS Sicily assicura le comunicazioni supersegrete e non, delle forze di superficie, sottomarine, aeree e terrestri e dei centri C4I (Command, Control, Computer, Communications and Intelligence) di Stati Uniti ed alleati NATO. “Essendo parte della Navy’s ForceNet Vision – si legge nel sito ufficiale della base di Sigonella – NAVCOMTELSTA Sicily lega insieme sensori, piattaforme di comando e controllo, decision makers, sistemi d’arma che permettono di progredire nella Guerra Globale al Terrorismo”. Le infrastrutture dei centri di Sigonella e Niscemi “forniscono il supporto tattico C4I al Comando Navale USA in Europa (COMUSNAVEUR), ai Comandi della V e VI Flotta (COMFIFTHFLT e COMSIXTHFLT), al Comando delle forze aeree nel Mediterraneo (COMFAIRMED), ai Comandi del 7° e 8° Gruppo Sottomarino (COMSUBGRUs 7 and 8), al CTF 67, al VP Squadron ed ai 44 Tenant Commands attraverso la comunicazione nelle frequenze LF, HF, UHF, EHF ed SHF”.
A seguito della chiusura della stazione della US Navy di Keflavik (Islanda), nel dicembre 2006 sono state assegnate a NAVCOMTELSTA Sicily tutte le funzioni di collegamento LF con i sottomarini strategici USA operanti nella regione atlantica. I centri di Sigonella e Niscemi sono stati integrati al Submarine Automated Broadcast Processing System (ISABPS), il sistema che globalmente permette ai sottomarini di ricevere messaggi ed ordini mentre navigano in immersione. La stazione di Niscemi, essendo l’unica struttura della US Navy nel bacino mediterraneo con particolari caratteristiche, ha assunto un ruolo chiave nel potenziamento delle comunicazioni dei sottomarini nucleari USA (Under Sea Warfare – USW communication) e dei diversi centri di supporto tattico (TSCOMM), delle operazioni aeroterrestri della vicina base di Sigonella NASSIG, e di quelle della Broadcast Control Authority (BCA).
Niscemi contribuisce pure ad ottimizzare le comunicazioni in bassa frequenza delle unità dell’US Air Force, di altri organismi appartenenti al Dipartimento della Difesa e del Sistema Interoperativo Sottomarino dell’Alleanza Atlantica (NATO Interoperable Submarine Broadcast System – NISBS). I sistemi di telecomunicazione installati a Niscemi sono stati inseriti nel cosiddetto “Minimum Essential Emergency Communication Network”, il sistema concepito dagli Stati Uniti per sopravvivere a un attacco ed esercitare il controllo sulle opzioni nucleari strategiche.
(…)
Con l’installazione della stazione terrestre del MUOS, Niscemi farà l’ennesimo salto di qualità, e si affermerà come una delle maggiori infrastrutture di guerra a livello planetario. Secondo quanto affermato dagli alti comandi della US Navy, “il Mobile User Objective System fornirà un sistema universale e multi-service a terminali e siti mobili e fissi per i servizi di telecomunicazione satellitare (SATCOM)”. Il sistema assicurerà così “una considerevole crescita delle odierne capacità di comunicazione satellitare così come un significativo miglioramento dell’operatività dei piccoli terminali”. Si tratta a tutti gli effetti di un sistema che fornirà servizi di telefonia cellulare alle forze militari utilizzando i satelliti che opereranno come “cell towers” nello spazio. Nello specifico, il MUOS Ground System – di cui la stazione di Niscemi sarà elemento chiave – assicurerà le comunicazioni ed i controlli interfaccia tra i satelliti MUOS e le reti di telecomunicazioni del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti con base a terra. “Il sistema MUOS è parte dell’architettura di trasformazione delle comunicazioni satellitari militari”, spiega l’ammiraglio Victor See Jr., responsabile del settore ricerca, sviluppo ed acquisizione spaziale della Marina USA. “Stiamo realizzando il MUOS a partire dalle infrastrutture terrestri associate per poi connetterlo ai terminal e ai siti periferici JTRS (Joint Tactical Radio System) del servizio UHF. Le comunicazioni ad altissima frequenza sono uno dei principali obiettivi di interconnessione con gli utenti mobili – esercito, marina ed aeronautica militare – nei teatri periferici di guerra. Il primo satellite MUOS sarà lanciato entro il dicembre 2009 e la piena operatività orbitale avverrà nel marzo 2010.
Quando il sistema sarà pienamente operativo (2014) ci sarà una coppia di sistemi satellitari che garantiranno il trasferimento di informazioni dalle unità di guerra operanti a terra o in mare verso lo spazio e da lì ai terminali terrestri. Il sistema MUOS utilizzerà anche tecnologia di tipo commerciale”.
(…)
La progettazione e la realizzazione del segmento terrestre del sistema MUOS è stato affidato alla General Dynamics, altra potente società del complesso militare industriale statunitense. Lo scorso mese di agosto, la General Dynamics ha annunciato di aver completato l’installazione di tre antenne satellitari giganti presso la base di Wahiawa, Hawaii, nota come”Naval Computer and Telecommunications Area Master Station Pacific”.
“Wahiawa è la prima delle quattro stazioni terrestri che saranno equipaggiate con antenne satellitari del sistema MUOS”, si legge nel comunicato stampa emesso da General Dynamics. “Le altre stazioni MUOS saranno realizzate a Norfolk, Virginia, Geraldton, Australia e Niscemi, Italia”.”

Da Sorgerà a Niscemi la stazione terrestre USA del piano di riarmo spaziale MUOS, di Antonio Mazzeo.

In un successivo articolo, pubblicato l’11 ottobre, Mazzeo segnala che le prime opere di movimentazione terra e di predisposizione delle piattaforme per l’installazione del MUOS (costo complessivo del progetto: 43 milioni di dollari) hanno già preso il via lo scorso 19 febbraio.
Oltre all’impatto per ora ignoto delle onde elettromagnetiche della stazione radar sulla salute umana e sull’ambiente circostante, l’autore sottolinea gli spropositati consumi di gasolio. Stando ai dati forniti dal Pentagono, si parla di 2.100.000 litri nel periodo compreso tra il 2003 ed il 2005, una cifra nettamente superiore a quella di altre importanti infrastrutture per le telecomunicazioni che gli Stati Uniti possiedono in Italia, quali Napoli Capodichino (550.000 litri) e isola di Tavolara (300.000).
Facile, lo pagano il 65% in meno!

muos-at-naval-computer-and-telecommunications-area-master-station-pacific-wahiawa-hawaii

Tre miliardi di dollari che alla fine potrebbero diventare sei. È quanto costerà il nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari MUOS (Mobile User Objective System), che la Marina Militare degli Stati Uniti d’America prevede di realizzare entro la fine del 2012. È un programma ambiziosissimo, elemento chiave delle future strategie di guerra nello spazio e in ogni angolo del pianeta.
Il MUOS assicurerà il trasferimento d’informazioni e dati ad una velocità mai raggiunta nella storia delle telecomunicazioni e consentirà alle forze armate statunitensi di rafforzare ulteriormente la propria superiorità militare. Perlomeno sulla carta, visto che tutta una serie d’imprevisti progettuali e tecnici ne stanno ritardo l’entrata in funzione. Intanto però il MUOS si è convertito in uno dei più lucrosi affari per i colossi dell’industria militare: la Lockheed Martin e la Boeing, che si occupano della costruzione e messa in orbita dei satelliti; la General Dynamics, che sta realizzando i quattro terminal terrestri; la Harris Corporation, che invece fornirà le potentissime antenne ad altissima frequenza (UHF), la cui incompatibilità con l’uomo e l’ambiente è cosa ormai accertata.
Un business ad esclusivo appannaggio del made in USA, mentre i due Paesi stranieri che hanno avuto l’ardire di ospitare le stazioni terrestri del sofisticato sistema satellitare (Australia e Italia) dovranno accontentarsi di qualche spicciolo (e delle radiazioni elettromagnetiche…). Per installare il terminal a Niscemi, in provincia di Caltanissetta, il Pentagono ha riservato un budget di “appena” 13 milioni di dollari. Nonostante l’inesistenza d’informazioni del governo Berlusconi e delle autorità statunitensi attorno all’infausto progetto militare, è possibile conoscere l’identità delle uniche imprese italiane chiamate ai lavori di esecuzione. Queste hanno scelto di darsi un nome non certo originale ma che perlomeno esplicita le finalità della loro azione: “Consorzio Team MUOS Niscemi”. Dal maggio 2008 curano presso la stazione di telecomunicazioni NRTF dell’US Navy di contrada Ulmo, la “realizzazione di un’infrastruttura preparatoria all’installazione di 3 antenne satellitari, comprensiva di opere di fondazioni e basamenti speciali, impianti idrici, elettrici, fognari e antincendio”, nonché i lavori di “prevenzione per l’erosione superficiale e il drenaggio”. Quando i lavori saranno completati, Niscemi ospiterà antenne circolari e torri radio che collegheranno i Centri di Comando e Controllo delle forze armate USA, i centri logistici e gli oltre 18.000 terminali militari radio esistenti, con i gruppi operativi in combattimento, i cacciabombardieri in volo e gli aerei senza pilota che opereranno dalla vicina base di Sigonella.

Da Premiato Consorzio Team MUOS Niscemi, sempre dell’ottimo Antonio Mazzeo.

About these ads

103 pensieri su “Niscemi, il MUOS e l’egemonia globale statunitense

  1. la paura, l’ignoranza ci assale da sempre. noi,siciliani.. che ci sentiamo “spacchiusi”ma per che cosa? per le cose più banali,stupide e superficiali! quei coglioni dei mafiosi che fanno? hanno distrutto lo spirito, la libertà, e.. la salute di una terra molto contrariata, ferita ,violentata da tutti i dominatori che sono passati su questa terra di fuoco…e noi,gente onesta che facciamo? niente! ” lassa perdiri cu tu fa ffari”.non sopporto più questo modo di dire,fare ,sentire ,imitare senza capire il danno che si riversa su di noi e i nostri figli che dovrebbero essere la cosa più cara e preziosa da proteggere a denti stretti!
    invece accogliamo con passività,ignoranza,tutto ciò che ci viene offerto, da noi viene accolto tuttooo!! soprattutto le cose più negative( simmu i mastri) ah..vero!..dimenticavo che noi abbiamo un’ospitalità invidiabile !!!?ma del resto dopo quarantanni di dominio americano ci sentiamo inutili. hanno fatto tutto quello che hanno voluto!NON PUO’ DURARE PER SEMPRE!!! o ci svegliamo o moriremo “nzu pilu nzu pilu “

  2. Che vergona!!! non mi destabilizza il comportamento degli americani che fanno da sempre tutto quello che vogliono…sono i miei concittadini che a differenza di altri (vedi i vicentini) che mi fan paura, impossibile restare inermi difronte a queste mostruosità…dai…SVEGLIAMOCI!!! Leggo notizie del tipo “il sindaco condanna” e altre amenità, ma siamo sicuri che questi che scaldono la sedia non fossero al corrente della situazione? Per quanto segreto possa essere il progetto (gli americani come gli isrlaeliani e pochi altri insegnano…) siamo sicuri che nessuno sapesse? In paesi civili le istituzioni si dimettono per la vergogna…da noi più casini combini più sei considerato COOL!!! Cominciamo a porci e porgere alle persone giuste domande pretendendo risposte…risposte…risposte. Studi del pentagono…N.S.A…C.I.A…ma dai!!!! Questi fanno tutto quello che vogliono da decenni, indistrubati, e tutti coperti da scaldasedia destroidi e sinistroidi compiacenti. Siamo ancora schiavi loro e sempre lo saremo (ci han liberati dai nazisti…quindi debitori a vita)
    La ribellione è l’unica soluzione…pacifica e rumorosa…salvaguardiamo la nostra vita..il nostro territorio…le nostre idee…la nostra famiglia. Saluti da un compaesano da mamma roma adottato.

  3. La vitaaaa è una carissimi Signori Americani….non potete distruggerci il NOSTRO FUTUROOOOO..abbiamo una vita ancora davanti, soprattutto noi giovani…non possiamo ignorare questa situazione, è impossibile, c’è in gioco la nostra vita e se per voi questo è un giocooo andate a costruirla nei vosri deserti, e non a 2km dal centro abitatoo!
    Noi difenderemo la nostra vita…domani tutti alla manifestazione e vi faremo vedere se noi siamo dei deficienti e dei poveri cretini..NISCEMIII RIBBELLIAMOCI NON POSSIMO SEMPRE DORMIREEE…
    Da una ragazza adolescente di 13 anni…

  4. vi preghiamo di inviare alla nostra casella di posta ogni segnalazione utile circa le iniziative di protesta contro l’installazione del MUOS.
    per quanto è nelle nostre possibilità, cercheremo di dar loro evidenza.

    grazie mille ed un grossissimo forza e coraggio!

    bbus

  5. SONO UNA NISCEMESE E DEVO DIRE CHE LA COSA CHE STA PER SUCCEDERE A NOI NISCEMESI è GRAVISSIMA. COME SI PUò FARE UNA COSA DI QUESTA??RIBELLIAMOCI TUTTI PER LA DIFESA DELLA VITA!!!
    NO ALLE ANTENNE ,SI ALLA VITA !!!!

  6. VERGOGNA!! NISCEMESI SVEGLIAMOCI!! DOBBIAMO FARE IL POSSIBILE X NN FARE COSTRUIRE XK LE ONDE KE EMANA QST SPECIE D’ANTENNA CAUSANO TUMORI!! SVEGLIA NISCEMI E MANIFESTA SABATO 28 FEBBRAIO!!

  7. Sono un Niscemese che manca da tanto tempo,a sentire queste notizie mi vengono i brividi!!!che lo stato Italiano permette aglia americani di costruire e installare il MUOS che è una macchina di morte

  8. NESSUNO TOCCHERà IL NOSTRO PAESE!!!!!fosse anche la prima e l’ultima cosa che noi niscemesi facciamo. Non permetteremo a NESSUNO al mondo di deturpare le nostre bellezze ambientali e men che meno di mettere a repentaglio le nostre vite. Uniti e combattivi lotteremo per impedire che una simile strage,lenta e progressiva,possa avvenire.

  9. se posso…io invece sono favorevole al nuovo insediamento americano…..in una terra come la nostra….dove il lavoro e’ una chimera….se ne arriva e sicuramente ne arrivera’ perche’ dobbiamo rinunciarci?

  10. in una terra fertile e generosa come la Sicilia, così ricca di bellezze naturali, storiche ed artistiche, c’è davvero bisogno di rivolgersi al comparto militare per creare nuove opportunità di lavoro?

    e poi: dignità, libertà, sovranità e salute hanno un prezzo così basso?

    per un pugno di dollari, potremmo dire

  11. inconcepibile.. niscemi sono con voi !!quindi su la testa ,fuori gli attribui e gridiamo il nostro NO a questa lesione dei diritti umani !

  12. ma fertile e generosa di cosa? ma se stanno chiudendo tutte le piccole fabbriche, ma se l’agricoltura va a rotoli (vedi agrumicoltura), ma siate realisti….si belle parole, la sicilia e’ questo, la sicilia e’ quello….ma la realta’ e’ ben diversa….ditelo proprio a quei giovani che sono costretti ad emigrare al nord……la demagogia e’ una cosa che, purtroppo, non riempira’ mai il piatto!!!!

  13. perché le piccole fabbriche chiudono?
    perché l’agricoltura va a rotoli?
    e poi c’è il problema del “traffico”…

    ormai il piatto piange anche al nord, solo che si parte da livelli di benessere ed occupazione mediamente più alti.

    questa magari è l’occasione per ricordare che il dispositivo militare USA/NATO a cui tu vorresti contribuire è stato ideato appositamente per salvaguardare un sistema economico-sociale, quello in cui viviamo, che fino a qualche tempo fà non ci si vergognava a chiamare liberalcapitalista:
    http://byebyeunclesam.wordpress.com/2008/05/16/nato-per-restare-ricchi-fra-yankees/
    e
    http://byebyeunclesam.wordpress.com/2008/06/09/la-nato-secondo-john-kleeves/

    ora che questo sistema è in palese crisi ed i suoi paladini grattano il fondo del barile per trovare qualche ulteriore risorsa al fine di posticiparne la fine, tu come soluzione proponi quella di farsi “assumere” dai becchini?
    molto probabilmente lo schiavo avrà la stessa sorte del padrone

    come è andata la manifestazione di ieri?
    indicateci, per cortesia, qualche collegamento ad organi di informazione che oggi ne parlino. grazie

  14. ma di questi tempi, dove si raschia il barile, davvero si possono fare questi discorsi moralisti?
    o si deve cercare di barcamenarsi pensando che o mi prendo sta minestra o mi butto dalla finestra?
    poi si sa’ in Italia si deve essere contro a tutto cio’ che e’ sviluppo, innovazione, no al ponte, no alle centrali nucleari, no alla tav, no al dal molin, no a nuove centrali termoelettriche, no ai petrolchimichi ecc ecc, ma io sarei curiosa di vedere se ad esempio nella zona Priolo-Augusta, all’improvviso decidessero di chiudere tutte quelle aziende presenti attualmente……..poi chi li dovrebbe sfamare.
    Si io personalmente, da niscemese, andrei a lavorare per “gli schiavisti” e sicuramente non penso di fare nulla di cui vergognarmi e poi vorrei ricordare che nella zona di Sigonella “i padroni” hanno e continuano ad investire denaro che per quanto se ne dica sicuramente fa’ guadagnare in pochi ma fa’ vivere in tanti.

  15. pecunia non olet, dicevano i latini (i schei non spussa, dicono dalla parti di Vicenza).
    ognuno faccia le sue scelte e ne sconti, coerentemente, le conseguenze.

    per il resto, molto ci sarebbe da discutere se il tuo elenco di “insediamenti” davvero corrisponda a sviluppo ed innovazione. ma questo può farlo solo un popolo libero e sovrano sul proprio territorio, come evidentemente quello italiano non è (più, da un lungo periodo di tempo)

  16. Diritto alla vita.
    Diritto all’ambiente salubre.
    Sono diritti che non trovate in Costituzione perchè sono il frutto della Giurisprudenza Costituzionale. E allora se è vero che neppure la Costituzione è stata sufficiente a garantirci 60 anni fa su certe cose perchè, come ovvio, la situazione economico-politica non era tanto evoluta, a cosa serve riconoscerli oggi, se non si fa niente per garantirli.
    Vorrei dire a tutte quelle persone che vedono in macchinari di morte silenziosa incentivi per il territorio, a cosa serve lavorare se dopo 10 anni muori di cancro?
    Mi chiedo: quando la logica del profitto ha prevalso sulla logica della vita?
    Penso che è un obbligo morale continuare oggi più che mai a protestare, gridare, urlare il nostro dissenso!
    NESSUNO HA IL DIRITTO DI CALPESTARE LA NOSTRA DIGNITA’ DI UOMINI! NESSUNO! .. e per cosa poi? obiettivi militari. bene bene.. incentiviamo noi stessi i mezzi per distruggere e uccidere e poi tranquillamente andiamo a dormire sonni tranquilli…
    Una studentessa di Giurisprudenza a Bologna.
    Niscemese nel cuore e col cuore sempre…

    Questo è un link della manifestazione:
    http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.mediterraneonews.it%2FAttualita%2FSicilia%2FNiscemi-Sindaci-e-studenti-in-piazza-contro-il-Muos%2Fmenu-id-183.html&h=5fa4c718728b801340df1ece320cdfd5

  17. Spett. Sara, ma allora tu non mangi pane perche’ potrebbe essere contaminato, non manfìgi verdure, carne per lo stesso motivo, non hai un telefono cellulare perche’ i cellulari emanano onde elettromagnetiche, non hai in casa lampadine a risparmio energetico, perche’ quando esauste e smaltite rilasciano nell’atmosfera agenti inquinanti, ti sposti solo a piedi perche’ altrimenti qualsiasi mezzo di locomozione a motore tu usi produci CO2 e d altri inquinanti, non hai corrente elettrica a casa, usi solo abiti ed accessori fatti con sostanze naturali….ma ti sei mai chiesta come mai un abitante di Cogne abbia contratto un tumore al cervello e magari un lavoratore di Sigonella si gode tranquillamente la sua pensione dopo 36 anni di lavoro…..secondo me, e’ pura eresia dire che in un contesto industriale l’aspettativa di morte sia superiore ad una zona dove industrie non ce ne sono

  18. cosa risponderti Daniela?

    “Anche a me piacciono le lasagne riscaldate al microonde!”

    purtroppo la questione non è questa e non è basata sul soggettismo o sul nostro tradizionalismo.
    Quello che volevo dire non lascia spazio a interpretazioni quali la tua. apprezzo il tuo punto di vista ma..
    io ho parlato di diritti, dignità che vengono calpestate.
    E’ cosa ben diversa e l’unica a mio parere di cui valga la pena discutere.

  19. che vuol dire?
    e se non lo sai tu, che ci scrivi da qualche “stanza dei bottoni”…
    giusto per dire che il dibattito è bello e utile quando ci si scambia opinioni in buona fede, altrimenti che gusto c’è?

  20. forse ti riferiscci al fatto, che gli indirizzi i.p.dei miei post sono diversi? forse perche’ scrivevo con una connessione TIM mobile? ora ad esempio sto scrivendo da una connessione Alice….non ho nulla da nascondere

  21. Sono un Niscemese anche io, di quasi 35 anni e da 8 anni vivo in Lombardia. Conosco benissimo la realtà Niscemese anche perchè la mia infanzia e la mia prima giovinezza è stata vissuta in quel contesto, conosco le difficoltà che ci sono a livello lavorativo e sociale ma con questo non vuol dire che bisogna rinunciare alla salute per far costruire “eco mostri” che potrebbero portare benessere nel territorio, ma ho i miei dubbi che questa opera porti benessere al territorio niscemese, invece è strategico per le forse armate americane (e sinceramente non me ne frega nulla).
    Torno con piacere tutti gli anni a Niscemi, anche perchè la mia famiglia si trova li e mi fa specie sapere che la loro salute potrebbe essere messa a rischio da “interessi” che non portano nulla all’intera comunità! Quindi se si può dire di NO a questo “abuso/soppruso” preferisco che i Niscemesi si facciano sentire e far valere le loro motivazioni.
    Grazie per avermi ascoltato!

  22. Carissimo Enzo, qui ci sara’, in futuro, un ecomostro che, forse, creera’ problemi alla nostra salute…..ma in Lombardia c’e’ l’inquinamento da polveri sottili che crea anch’esso morti ogni hanno……se non mi sbaglio la regione lombardia ha creato una specie di divisione della regione in base al grado di inquinamento presente!!
    tutto il mondo e’ paese
    http://www.motorbox.com/static/upl/C/0008/ComuniZonaA1.pdf

  23. “un ecomostro che, forse, creera’ problemi alla nostra salute”… forse
    “l’inquinamento da polveri sottili che crea anch’esso morti ogni hanno” (sic)… allora tanto vale suicidarsi?

    Daniela, puntuale come un orologio svizzero

  24. non dico che in Lombardia non ci sono problemi di inquinamento. Di certo io non faccio l’avvocato difenzore della regione Lombardia. ma cara Daniela come mai tutte le industrie inquinanti vedi Agip di Gela e quelle di Priolo sono tutte in Sicilia?!! forse le hanno fatto da noi perchè altrove davano fastidio!

  25. Sono una cittadina niscemese e qui volevo esternare la mia rabbia,il mio disdegno relativamente alla vicenda muos Niscemi.Non possiamo soccombere di fronte alla dilagante militarizzazione americana nella nostra isola;ci salvano dal nazismo ma si prendono la nostra vita,piazzandoci previo accordo tacito e segreto con le nostre autorita’ ,una stazione elettromagnetica a due passi da casa nostra,ancora una volta mi rendo conto che i veri valori della vita soccombono di fronte alla logica del potere e dell’egemonia militare .Per quanto possa il nostro grido di rabbia alzarsi e rimbombare nell’etere fino ad arrivare davanti al parlamento e davanti a quelli che sono i veri responsabili di tale ecomostruosita’,sara’ impresa ardua cambiare il corso della storia,ma è anche vero che la storia siamo noi ,uomini,non singolarmente ma uniti per uno stesso fine.Concludo dicendo a tutti quelli che leggeranno il mio messaggio;non demoralizziamoci ma organizziamoci ,uniamo la nostra rabbia contro questa atavica violenza, che subiamo da secoli,la storia si ripete,siamo stanchi di avere sempre dei dominatori,vogliamo la nostra vita ,vogliamo vivere nella nostra terra,tanto martoriata nei secoli ma pur sempre bella. I colpevoli ,chi ha dato l’avvallo con troppa leggerezza, devono pagare.Tutta l’italia dovra’ sapere di questo progetto scellerato,forse solo cosi’ si potra’ fermare quest’opera mostruosa.

  26. si solo da noi! infatti, Ravenna, Porto Marghera e altre decina di insediamenti industriali “inquinanti”……sono in Sicilia?……forse in un Italia vista al contrario!

    Puntuale? non ho un orologio svizzero.!

  27. Daniela cosa ne pensi a questo punto di candidare Niscemi come sito per lo smaltimento delle scorie radioattive che produrranno le centrali nucleari che pensano di costruire???
    Naturalmente la mia è una provocazione!
    Voglio inoltre chiarire che non sono un estremista ne di destra ne di sinistra, solo che cerco di battermi per le cose che ritengo giuste!
    Rispetto il tuo punto di vista e sono sicuro che anche tu come me hai a cuore il futuro e il benessere del nostro piccolo ma bello comune di origine!!

  28. cara Laura, il nuovo occupante ha cacciato il precedente, ed ha pure preteso che lo si chiamasse “liberatore”.
    il teatrino ha tenuto botta per quasi cinquant’anni, con la creazione dello spauracchio sovietico alle porte di Gorizia, poi hanno dovuto inventarsi il Terrorismo (preferibilmente barbuto) e chissà cos’altro escogiteranno pur di non mollare la preda…

  29. io sono un niscemese,che ormai vivo fuori dal mio paese da quasi ventanni,vivo al nord non inporta la localita’,se no si fanno paragoni (xche’ questo si qui e quello no li)allora lasciamo stare la zona in cui abito.il discorso e’, queste antenne fanno male o no all’assere umano?Io vorrei una risposta?Dopo c’e’ una altra cosa che non riesco a capire,come mai qui in italia si e abolito il militare,x andare in un mondo di pace e si permette agli americani di ampliarsi militarmente al di fuori dei suoi confini.un saluto a tutti

  30. dai commenti ho solo capito che chi non si trova in determinate situazioni non puo’ capire. le cose piccole non sono meno importanti… e poi si parla di diritti senza capirne realmente il senso.

  31. Prima eravamo in schiavitù dai nazisti successivamente gli americani ci liberarono . Prima ci salvano e dopo ci schiavizzano? Si deve far qualcosa, io ho 14 anni e vorrei dire alla gente, più grande di me, di svegliarsi siamo tutti uguali, gli americani sono degli illusi! Il muos è una cosa orribile, provoca gravi danni ad ambienti ed esseri viventi L’UNIONE FA LA FORZA, A PROPOSITO NOI STUDENTI DI CALTAGIRONE STIAMO FACENDO MANIFESTAZIONI! Non possiamo permettere una cosa simile, 2010 è alle porte

  32. Bastardi americani…Non solo niscemi ma tutta la sicilia si dovrebbe smuovere per questo atto che vogliono compiere,difendiamoci con qualsiasi mezzo,è assurdo quello che vogliono mettere queste antenne oltre il fatto che danneggiano l’ambiente e cosa da non sottovalutare completamente la vita umana..siamo o non siamo padroni della nostra vita non possono averla vinta!!
    Ribellione!

  33. parlate di MUOS senza sapere di cosa parlate…..vi basate sulle voci di paese! noi studenti del liceo scientifico L.Da Vinci di Niscemi, stiamo organizzando una conferenza per giorno 16 aprile per informare tutti sul MUOS, spiegando gli effetti fisici, scientifici e burocratici.A questa conferenza parteciperanno esperti, fisici e biologi, che cercheranno di darci risposte alle nostre domande. Chi fosse veramente interessato, è invitato il 16 aprile alle ore 9.00 presso il centro sociale di Niscemi.

  34. care ragazze,
    queste non sono le gradinate di quella pur nobile “istituzione” chiamata stadio ma le pagine dei commenti (e di un’auspicabile confronto civile) di un blog che si adopera a favore della sovranità dell’Italia e dell’Europa tutta sui rispettivi territori…
    in gamba

  35. salve a tutti, purtroppo questo problema è un problema di natura politica, assistiamo ad un assordante silenzio da parte della regione in persona del presidente Lombardo e del governo centrale che ancora oggi non ha riferito nulla in parlamentodopo ripeture richieste della cittadinanza niscemese e dei paesi limtrofi, allora dobbiamo minacciare di non votare alle prossime elezioni europee e amministrative di Giugno, solo colpendo gli interessi dei politici si riuscirà ad ottenere qualcosa se ancora possibile!!!!!!!!!!! .

  36. ciao ho una proposta perchè non ingaggiamo dei mafiosi per fermare la costruzione dell’ecomostro? d’altronde loro sono bravi in questa e per una volta potranno essere utili

  37. caro Vincenzo,
    la scorsa settimana il ministro della difesa in persona, onorevole La Russa, ha riferito in parlamento sulla questione MUOS a Niscemi. ne parliamo proprio nel post di oggi, qua:
    http://byebyeunclesam.wordpress.com/2009/03/25/mefistofele-e-il-muos/
    anche il governatore della Regione Sicilia, Lombardo, ha preso posizione:
    http://byebyeunclesam.wordpress.com/2009/03/17/stop-al-muos/

    Briga, attenzione piuttosto che “i mafiosi” non siano proprio loro a costruirlo…

  38. Ieri sera c’è stata una conferenza sul Muos, sono venute a galla tutte le bugie dette da chi è contro, che non si voglia è un conto, ma imbrogliare la gente con delle bugie è un’altro conto.
    la relazione della professoressa Ferrante è stata molto esplicita.

  39. A tutti coloro che sono contrari all’installazione del sistema MUOS a Niscemi vorrei ricordare che la nostra sicurezza dipende largamente dalla protezione data dall’ombrello USA-NATO, ora come lo e’ stato per decenni.

  40. berretto verde (hai dimenticato una “e” per strada), abbiamo deciso di dedicarti il video che inseriremo nel blog questa sera.
    ascolta con attenzione ciò che sentirai durante il primo minuto del filmato

  41. Ho letto molto attentamente tutti i commenti lasciati dalle altre persone, e più scorrevo la pagina più mi veniva voglia di commentare per rispondere a quel che leggevo…

    Devo proprio dire che si parla tanto di cose che spesso si conoscono superficialmente, ed i commenti ne contengono alcuni…

    Siccome non mi va di scorrere la pagina per rispondere a tutte le cose “strane” che ho letto, dico quel che penso riguardo quel che ricordo…

    CENTRALI NUCLEARI
    Analizziamo il discorso sul nucleare… Il popolo italiano, tramite un referendum, s’è espresso chiaramente sul no all’energia nucleare… Anche se attualmente non ci sono centrali nucleari attive sul territorio dello stato italiano, siamo sempre a rischio grazie ai paesi confinanti… Se succedesse un incidente in Francia, l’Italia verrebbe “bombardata” da materiale radioattivo… Questo discorso sembrerebbe a favore dell’utilizzo dell’energia nucleare, ma non è così… L’uranio è un minerale abbastanza “raro”, ormai in via d’esaurimento… Serviranno lunghi tempi tecnici per l’edificazione e la messa in funzione delle nuove centrali (e soprattutto i altissimi costi)… Ma la tecnologia alla base delle centrali nucleari è abbastanza “vecchia”… Perché non investire su altre forme d’energia, tipo l’idrogeno? Perché riportare una tecnologia presto obsoleta anziché innovare per una volta?

    MUOS-1
    Avete mai provato a fare un simpatico giochetto? Prendete 4 telefoni cellulari, metteteli su un tavolo e formate un quadrato con le antenne che formano i lati… Adesso prendete del mais per popcorn e mettetelo all’interno del quadrato… Infine, fate squillare i 4 cellulari completamente… Otterrete dell’ottimo popcorn assolutamente senza grassi visto che saranno le radiazioni emesse a farlo “scoppiare”…
    Già attualmente, con (ricordo forse male il numero) 41 antenne non funzionanti, la base in contrada Ulmo è ai limiti delle emissioni previste dalla normativa italiana… Cosa succederebbe se queste 41 antenne venissero messe in funzione contemporaneamente al sistema MUOS? Se volete che i vostri cervelli facciano la fine del mais per popcorn, fatelo costruire… Altrimenti opponetevi…

    MUOS-2
    La sicilia è una splendida terra, la porto sempre nel cuore e non potete immaginare quanto mi manca… Purtroppo studio altrove proprio perché avrei troppe poche prospettive lavorative dopo la laurea in sicilia… Però ci sono legato, è la mia terra, e prima o poi tornerò… In sicilia, lo sappiamo, il lavoro è legato tantissimo all’agricoltura e alle piccole imprese locali… Qualcuno ha scritto che la realizzazione del MUOS porterebbe lavoro per i niscemesi… Ma non sa quanto si sbaglia… Avete mai provato ad avvicinarvi alla base? Ti tracciano già a 1 km di distanza, e quando sei a qualche centinaio di metri dal cancello esterno t’arriva una camionetta con i militari col mitra bene in vista, che ti “invitano” ad allontanarti dalla zona… Secondo voi, dovendo eseguire lavori all’interno della base, farebbero entrare un qualsiasi Pinco Pallino? Già gli appalti per la realizzazione dei lavori sono stati fatti, sono stati aggiudicati da una ditta di Catania e da una di una regione del nord (ora non ricordo)… Niscemi si ritroverebbe soltanto una nuova mega antenna a squarciare il cielo e infinite radiazioni elettromagnetiche, ma neanche un centesimo entrerebbe in tasca ai niscemesi…

    PONTE SULLO STRETTO
    Sarebbe il ponte a campata unica più lungo del mondo… Peccato che in quella posizione, sia per elementi naturali che antropici, sia impossibile da realizzare…
    La sicilia si allontana dalla calabria mediamente di 0,5 cm ogni anno… Come riempi il vuoto che si verrebbe a creare col passare del tempo?
    I ponti a campata unica “soffrono” estremamente il vento… Quella dello stretto non è una piacevole brezza primaverile, è ventaccio! Le deformazioni che la struttura dovrebbe sopportare sono difficilmente tollerabili… E non credo che le montagne russe in auto siano piacevoli da sopportare…

    INQUINAMENTO, PETROLCHIMICI & CO.
    La sicilia, per statuto, ha diritto alla riscossione dei tributi per le materie prodotte sul territorio siciliano… ENI, AGIP e bella compagnia non hanno mai versato un euro alla regione, perché è impossibile quantificare il valore da versare visto che i conti li fanno a livello nazionale e non di stabilimento… Però, in sicilia ci teniamo le scorie e l’inquinamento del suolo, delle falde idriche, dei litorali e dei fondali, ma la benzina la paghiamo più delle regioni sprovviste di tali impianti… Mi son spesso chiesto perché i carburanti prodotti a Gela o Priolo vengono poi messi in commercio a Milano, ma senza mai potermi dare una risposta…

    ENERGIA
    Avete percorso di recente la A19 Palermo-Catania? O qualsiasi altra strada siciliana? Son misteriosamente comparse, come funghi, centrali eoliche… Si, funzionali, ma deturpano l’ambiente in modo assurdo… Però, meglio queste ad impatto ambientale minimo rispetto ad una qualsiasi centrale a carbone o a petrolio…

    Spero di non essere stato pesante nell’esposizione, ho semplicemente espresso il mio parere e son ben aperto allo scambio d’opinioni verso chi non la pensa come me o ha da ridire su qualcosa che ho scritto…

  42. No, ma figuratevi… Il mio è stato solo un piccolo “sfogo” nato in una notte di tirocinio con turno di notte… Anch’io sono siciliano, anch’io sono niscemese (ho sia dalla campagna che da casa in paese una splendida vista antennone della base), e anch’io son dovuto andare a studiare al nord per avere qualche possibilità in più sul campo lavorativo appena prenderò la laurea… Quel che però non mi piace assolutamente è la cattiva informazione delle persone (assolutamente non riferita al contenuto del blog, con il quale son spesso d’accordo), che spesso porta a credere (o sperare) in cose impossibili… E chi vuol intendere intenda :P

  43. GRANDE MAGISISTEM!!!! MI VIENE DA PENSARE ….MA SE FACESSIMO UN PO DI MANIFESTAZIONE ANCHE NOI EMIGRATI AL NORD PER NISCEMI…..
    PROPONGO DI SPARGERE LA VOCE HO VISTO CHE ALCUNI SCRIVENTI AL BLOG SONO FUORI DA NISCEMI RITROVIAMOCI…. ANZICHE’ FARE LA FESTA DELL’EMIGARATO GIU’ IN PAESE SI POTREBBE QUESTA ESTATE FARE UNA MANIFESTAZIONE DEL TIPO: GLI EMIGRATI DI NISCEMI” ripensi”AMO” NISCEMI SENZA MUOS”
    E STUPIDO!!??? PERO’ TRA MILLE COSE INUTILI CHISSA CHE MAGARI NON FUNZIONI

  44. Maria Grazia, la tua idea non è malvagia né stupida, davvero ^_^

    Per quanto riguarda la manifestazione di Vicenza, se si farà gruppo ci sarò senz’altro, anche a costo di picchiare la caposala :D

  45. datemi le direttive per cosa fare per partecipare.
    avevo scritto un’altro post prima di complimentarmi con magisitem sul fatto che i niscemesi debbano portare fuori dall’isola il problema e sotto i riflettori delle televisioni, associarci alla manifestazione di Vicenza non può che agevolarci visto che anche dei nostri compaesani (vedi Giuseppe Maida) davanti alla sede rai non sono stati considerati….. qui al nord fanno più rumore. dicevo anche di scriverere a tv come report e perchè no anche a Beppe Grillo (ho gia postato anche a lui) avevo proposto anche che le famiglie potessero organizzare ogni domenica una passeggiata se non pic ninc al bosco ulmo….. è un’area protetta perchè non coinvolgere il WWF (green peace sarebbe troppo!!!???) bisogna farci sentire sensibilizzare la popolazione…… la gente di Niscemi purtroppo si deve spaventare per poter considerare seriamente la faccenda…..siamo abituati al lassismo se è vero che teniamo alla nostra famiglia e intendo i nostri figli dobbiamo prendere posizione adesso, mi stranizza che ad una manifestazione di maggio (non ricordo la data) la stessa era quasi del tutto deserta quando anche le scuole potevano partecipare….non abito più a Niscemi, mio malgrado, ma ho nel cuore l’osannata malinconia di Mario Gori che mi fa commuovere tutte le volte che ritorno e dalla campagna di Gela lo vedo Aroccato tra le terre arse dalla calura………. Basta non possiamo permettere ad ogni popolo che pianta bandiera di colonizzarci Obama cita la Bibbia e altri libri sacri per far sapere che è compito dell’uomo far regnare la pace nel mondo voluta da Dio……… domando a Obama: intende farlo anche Lui con le Armi!!!????

  46. ovviamente la partecipazione alla manifestazione di Vicenza il 4 luglio è del tutto libera (ne parliamo oggi qui: http://byebyeunclesam.wordpress.com/2009/06/08/4-luglio-a-vicenza/); i dettagli sul suo svolgimento saranno forniti dagli organizzatori nelle prossime settimane.
    nel precedente intervento, segnalavamo la ns disponibilità a pubblicare un appello per chiamare a raccolta i niscemesi residenti nel centro-nord Italia. a tal fine, sarebbe utile che qualcuno si proponesse come coordinatore fornendo almeno un recapito di posta elettronica quale riferimento

  47. scusate il ritardo (sarò vicino al confine svizzero ma non vanto di puntualità come qualcuno) non ho molto idee in merito a propabili slogan se non quelli che possano ricorrere all’amor della propria terra se non del nazionalismo qualcosa del tipo “l’aria del nord non ci ha offuscato la memoria i Siciliani insieme ai vicentini del NO AL DAL MOLIN il 4 Luglio 2009 per ribadire il nostro NO MUOS”.

    sono scarica ma garantisco di disporre del mio poco tempo per impegnarmi in ciò. non credo avere problemi eventualmente a prendere contatti per poterci ritrovare e organizzare anche con quelli di Vicenza ho visto nel loro blog (e sono veramente tenaci) che aprono le porte a tutti nelle loro manifestazioni hanno partecipato anche cittadini europei vicini all’Italia e quelli della Val di Susa.
    anzi stavo pensando di scrivere al comitato no muos per sapere se in rappresentanza qualcuno delle amministrazioni locali possa prenderne parte o magari di chi ha tenuto i setting-in davanti alla sede rai è anche un’occasione per poter scambiare informazioni dritte insomma confrontarci.
    ho degli agganci e qualche amicizia giù a Niscemi che spero non mi abbandoni proprio adesso.
    bisogna propagandare un pò la cosa, le reti nazionali non hanno tempo per venire in Sicilia se non per parlare di Mafia e corruzione ovvero quello che oramai ci classfica come luogo comune. secondo me è una possibilità da non trascurare se qualcuno vuole proporsi scambiare idee io mi metto a disposizione
    ma tutti gli altri del blog di buona volontà dove sono finiti..ehilà c’è qualcuno?

  48. Che dire? Ennesima notte in turno, ennesimo ingresso a leggere i commenti… E nel constatare che la realtà niscemese è presente nella sua massima espressione anche in questo blog, ovvero tutti bravi a parole, ma appena si inizia a parlare di fatti scompaiono quasi tutti… Siam bravi a lamentarci perché l’acqua arriva ogni 3 giorni, le strade son piene di buche, in estate è un incendio continuo di sterpaglie, è tutto inquinato… Ma poi? Tutti bravi a lamentarsi, e poi nulla più… Anzi, continuiamo a buttar la spazzatura in giro, accatastandola fuori dai cassonetti vuoti, lasciando frigoriferi e lavatrici (che il comune raccoglie gratuitamente, basta solo fare una telefonata e vengon loro) in mezzo al bosco, sporcando e rompendo tutto quello che è pubblico (ricordo che dei cestini messi nell’ex piazza Sante Croci, dopo la colata di cemento post frana, durarono meno di 24 ore… a qualcuno servivano).

    Scusate lo sfogo, ma sono uno dei pochi niscemesi che non ci sta a questa regola… Se qualcuno si sente chiamato in causa, ferito nell’orgoglio o vuol dimostrare il contrario, che inizi a parlare di fatti come Maria Grazia… Facciamo quel che serve ad organizzare la cosa, scriviamo al sindaco di Niscemi, a Beppe Grillo, a Report, agli amici di Vicenza, al comitato No Muos, apriamo un sito web, un blog, un forum, qualsiasi cosa… Il 4 luglio è vicino, ma una delegazione di 2 persone sarebbe a dir poco ridicola.

    MagiSysteM

  49. esatto! ho scritto al comitato no muos per vedere se in rappresentanza qualcuno si facesse vivo (se lo senti vivo il problema è il minimo che potresti fare) ma di risposta mi hanno detto che nessuno prenderebbe parte all’iniziativa perchè al comitato fanno parte solo studenti , gente disoccupata… e le amministrazioni mi domando che fine hanno fatto? sto prendendo ancora qualche giorno di tempo ma non credo ci siano grosse novità.
    forse è vero siamo bravi solo a lamentarci e poi ……
    il comitato no muos ha anche un sito vi invito a vistarlo e poi confrontatelo con quello che hanno fatto i vicentini del nodalmolin…….valutate le manifestazioni le proteste e l’attività viva che trasuda dalle parole che scrivono, dagli atti dimostrativi, perchè sono veramente inc….ti. nel nostro ………mi vergogno una manifestazione in programma e la seconda del mese di maggio quasi esulata da più parti ( ma era all’ulmo …chi poteva andarci ….era lontano..) siamo bravi a nasconderci dietro le scuse ed è vero che una rappresentanza di solo 2 persone (ma se volete porto marito figlio e coganta) non fa ridere ci riclassifica come gente che non ha amor proprio prima che della sua terra.

  50. Come volevasi dimostrare… E il brutto è che io l’ho anche scritto nel mio commento precedente… Ai cari amici del Comitato No Muos risponderei che anch’io sono studente (niscemese in veneto), anch’io sono disoccupato (pago anche l’affitto e non ho possibilità di trovarmi un lavoro per via del tirocinio pratico in ospedale che, ovviamente, non è retribuito) però sarei ben disposto a prendere ed andare a Vicenza, rubando un giorno allo studio (dal 20 luglio ho esami) e lavorando di più per avere quel giorno libero in ospedale (faccio già di base 32 ore settimanali in ospedale, per riuscirci dovrei farne almeno 39)… Ma, come ho già detto prima, anche nei commenti in questa pagina la realtà niscemese è presente nella sua massima espressione…

    L’amarezza che provo è indescrivibile…

  51. Inoltro per conoscenza (dopo esprimo un parere personale)

    Ai membri di NO MUOS Contro l’installazione delle antenne Nato a Niscemi (CL)

    Ciao ragazzi,
    alcuni emigrati al nord, avendo preso conoscenza della problematica del MUOS,vorrebbero partecipare il 4/07/09 a Vicenza alla grande manifestazione che gli stessi stanno preparando per il NODALLMOLIN. L’obiettivo è di portare all’attenzione dell’opinione pubblica il progetto dell’eco-mostro MUOS di Niscemi sotto lo slogan”L’aria del nord non ci ha offuscato la memoria, i Siciliani insieme ai Vicentini del NoDalMolin il 4 Luglio 2009 per ribadire il nostro no al MUOS”.
    Chi rappresenta movimenti ed associazioni e volesse prenderne parte può contattare Maria Grazia [nascondo i riferimenti per privacy, nel messaggio originale c'è nome, cognome ed indirizzo email] o visitare il sito byebyeunclesam.wordpress.com per chiarimenti sull’iniziativa.

    Adesso, come detto prima, il mio commento…
    “Il 25 Febbraio 2009 nasce a Niscemi il comitato NO MUOS, organizzazione libera e spontanea di cittadini uniti nella lotta per un unico scopo: DIRE NO ALL’INSTALLAZIONE DELLE ANTENNE MUOS (fonte: sito del comitato)”.
    In questo blog se ne parla da ottobre 2008, molto prima della nascita del comitato…
    Quell’”avendo preso conoscenza” mi risulta, scusate, offensivo… Sarebbe come dire “toh, l’hanno appena scoperto”…
    Il “Chi rappresenta movimenti ed associazioni” mi sembra una forma d’esclusione del comitato stesso… Se ne lavano già le mani, delegando ad altri, anziché dire “siccome è un problema che ci sta a cuore, chiunque sia intenzionato a … e scriveremo anche a … per invitarli a partecipare.”
    In definitiva, ai cari membri del comitato, dico che eran tutti in prima fila quando rainews è andata a Niscemi a fare il reportage sul muos, sembrando quasi pronti a spaccare il mondo in quattro con convegni, manifestazioni, lettere ad Obama, sit-in a Roma e Palermo, ma che in definitiva davanti la sede della Rai c’è andato solo Giuseppe Maida (e lui, suppongo, partirebbe subito per Vicenza se informato di questa idea), alla manifestazione all’ulmo… credo che le parole di Maria Grazia spieghino per bene la marea di gente che vi ha preso parte (quasi esulata da più parti ( ma era all’ulmo …chi poteva andarci ….era lontano..))

    Non continuo a parlare del comitato perché altrimenti non ne usciamo più… Al solito, la realtà niscemese nella sua massima espressione…

    Invito chiunque si sentisse chiamato in causa o volesse semplicemente dire la sua a commentare, per avere un sano scambio d’opinioni… E ai membri del comitato, dimostratemi che sbaglio a pensare queste cose…

    MagiSysteM

  52. comunque, ragazzi, già una vs presenza alla manifestazione a titolo personale sarebbe un segno, ed un esperienza di cui si potrebbe scrivere anche in questo blog, che è disponibile ad ospitarvi.
    crediamo che i vicentini del Presidio Permanente sarebbero molto lieti di avere fra loro qualche niscemese, ed al proposito suggeriamo di contattarli in modo che siano informati preventivamente. potreste così studiare con loro qualche piccola iniziativa da inserire nell’ambito della giornata, foss’anche solo uno striscione da esporre durante il corteo.
    forza e coraggio!

  53. ho ricevuto anch’io la comunicazione ti ringrazio per l’omissione ma mi ero esposta principalmente(non ci trovo nulla di male forse è proprio perchè molti non vogliono esporsi le cose si lasciano per strada) ti riporto di seguito il testo lasciato sulla Bacheca del comitato No MUOS:

    ciao ragazzi, scrivo a Voi impegnati al movimento NO MUOS x portare alla VS attenzione la seguente proposta: alcuni lettori, in parte emigrati al nord, di byebyeunclesam.wordpress.com si ritrovano d’accordo nel poter partecipare il giorno 4/07/09 a Vicenza alla grande manifestazione che gli stessi stanno preparando per il NOALDELMOLIN. l’idea è quella di portare all’attenzione dell’opinione pubblica italiana il progetto MUOS in corso d’opera nei pressi di Niscemi sotto lo slogan”L’aria del nord non ci ha offuscato la memoria, i Siciliani insieme ai Vicentini del NoDalMolin il 4 Luglio 2009 per ribadire il nostro no al MUOS”ma vorremmo che alla stessa prendessero parte le rappresentanze del movimento e delle associazioni nate per il NO oltre che delle amministrazioni locali dei comuni coinvolti. chiunque interessato può contattarmi su ..(indirizzo e Mail) o visitare il sito byebyeunclesam.wordpress.com per chiarimenti sull’iniziativa.

    volevo che in primis potessero anche loro far parte, ma non è così ho riscritto dicendo comunque di darmi la possibilità di mettermi in contatto con gente facente parte dell’amministrazione che potesse coinvolgere anche quella dei paesi limitrofi…… fa niente…. mi hai letto nel pensiero ho ribadito di farmi avere anche un contatto tramite e -mail con Giuseppe Maida…….. tutto tace per il momento……
    però come ha detto qualcuno prima del mio commento a titolo personale (anche a costo di travestire mio figlio da eroe di guerre stellari) io il 4 Luglio sarò a Vicenza.

    la mia non è una scampagnata o la gita fuori porta…..assolutamente no:
    piuttosto uno striscione ……ma lo vedranno!!!!

    Prenderò contatti con loro per quanto sia necessario per esserci se ci saranno momenti di discussione per preparare qualcosa di adeguato e quanto più vicino alla realtà dei fatti

    già la realtà dei fatti, più volte distorta, vaga e forse anche nascosta….

    senza nulla togliere a questo blog ben fatto e libero ma dico che anche il comitato forse non ha tutti i torti nel pensare che per molti non è una notizia scontata, io per prima son venuta a conoscenza del MUOS solo quest’anno, a Marzo per motivi personali ero a niscemi e avevo visto qualche striscione.
    alla domanda di cosa si trattasse e cosa stessero facendo: (mi vergogno quasi) ma forsi su antenni…….ppi l’amiricani……nun nin vonu perchi su ranni ….forsi fanu dannu……..ma secunnu tia …….ormai è tuttu dicisu a tavulinu……) E’ TUTTO DECISO A TAVOLINO!!!!! NEL LONTANO 2001………VI PARE INFORMAZIONE!!!!????

    l’unico errore che fanno a mio avviso a quello di non martellare sempre …sempre….chiedere…. a che punto siamo?…. ancora nulla ? allora giù a manifestare fin quando non ne avranno le scatole piene…….

    facciamo attenzione ragazzi in Italia purtroppo stanno succedendo tante cose strane: leggi bavaglio, no all’intercettazioni a meno che non sappiamo chi è il colpevole (e a sto punto che intercetto a fare?), la tv che ti parla del bel tempo anzichè dei morti in ruanda delle liste civiche alle elezioni (grande rivoluzione dei cittadini nei confronti di questa paparazzata politica…) del tacco dodici ai piedi di Berlusconi anzichè del MUOS o della manifestazioni in piazza del nodalmolin ……..del tacco dodici …….si perchè questo fa notizia mentre se per i prossimi 20 anni ci ritroveremo con malati di leucemia e i cervelli in fritti per colpa delle antenne ………ma chi se ne frega!!!

    é meglio che si sappia poco se non niente.. meglio tenere la gente e l’opinione pubblica sul ” ne avevo sentito parlare…”

    io prendo posizione non ne saprò moltissimo, mi documenterò, ma in compenso ho moltissime domande chi come me vuole risposte porti il problema fuori facciamolo conoscere al mondo dovranno renderne conto perchè in gioco non ci sono bruscolini ma la salute di molte persone.

    Mi chiamo Maria Grazia il 4 Luglio 2009 sarò a Vicenza
    e chiunque si senta offeso come me segnali la partecipazione al seguente indirizzo
    niscemesidoc@gmail.com

    (Spero in tanti o almeno quelli di buona volontà)

    P.S: per il blogger ma avrà modo di resistere questo blog se passa la legge bavaglio? (non è una battuta di cattivo gusto ma una probabile e tragica relaltà per molti)

  54. per conoscenza ai lettori del blog (oramai forse ridotti a due!!!)

    AL PRESIDIO PERMANENTE DI VICENZA PER IL NODALMOLIN,

    GENTILI SIGNORI,
    mi chiamo Maria Grazia, niscemese di nascita ma oramai residente da 10 anni nel Varesotto e ciò che mi spinge a scrivervi è il fatto che la mia cittadina di origine abbia un problema, purtroppo, comune al Vostro.
    Spiego brevemente: nel comune di Niscemi, cittadina della provincia di Caltanisetta, la marina americana si sta preparando, dopo pare avere avuto i vari permessi( così sembra), all’installazione della sede MUOS (Mobile User Objective System).
    Ovvero trattasi di 3 antenne dal diametro di 18,3 m alte 100 m che rappresentano un potentissimo sistema di comunicazione che usa onde elettromagnetiche ad altissima frequenza(UHF).
    Il sistema stesso integrerebbe comandi, centri d’intelligence, radar, cacciabombardieri, missili da crociera, velivoli senza pilota, ecc., con l’obiettivo di perpetuare la superiorità offensiva degli Stati Uniti d’America. ( fonte Sorgerà a Niscemi la stazione terrestre USA del piano di riarmo spaziale MUOS) .
    Di sistemi del genere ne esistono altri 3 nel mondo: uno in Norfolk, Virginia, Geraldton, Australia e Wahiawa, Hawaii (zone pressoché desertiche).
    Il sistema che verrà installato in Italia si trova nell’antico feudo Ulmo, nonché area protetta e uno dei più grandi boschi di sughereta nell’europa meridionale, , in linea d’aria a 3 km c.a dal centro abitato dove esiste già una stazione di telecomunicazioni della marina americana con ben 41 antenne ad alta e bassa frequenza. E’ un fatto estremamente grave , aggravato ancora di più da che gli accordi, sotto stretto “segreto di stato”, sono avvenuti nel 2001 e solo nel 2008 si apprende della notizia ma pertanto sembra non si debba rendere conto a chi di dovere degli effetti negativi, accertati, sulla salute dell’uomo.
    Quindi tutti a manifestare, raccolta firme, sit-in in regione, a Roma e anche davanti le sedi rai ma nessuno, a parte la stampa locale, ha mai avuto voglia di portare in evidenza la questione incresciosa. (solo Rainews 24 ha dedicato un reportage) e la presa di posizione in parlamento del presidente della regione Sicilia Lombardo (http://byebyeunclesam.wordpress.com/2009/03/17/stop-al-muos/)
    Da qui l’idea di portare e condividere con voi il problema, in una piazza diversa con la possibilità di confrontarci e di scambiare opinioni e per metterlo in risalto sotto l’opinione pubblica (in vista del g8 sarebbe meraviglioso si arrivasse a parlare anche del MUOS) affinchè il silenzio non faccia cadere ancora una volta nell’oblio il parere della popolazione che in tutta la questione non è mai stata interpellata anche per poterne capire realmente la gravità.
    Ancora oggi forse le idee e le opinioni sono confuse e a volte alterate.
    Sono sincera è un’iniziativa spontanea la mia a voler prendere parte alla vostra manifestazione sto provando a coinvolgere anche il comitato nato per il no e sarebbe bello che da un momento all’altro prendessero parte anche rappresentanze delle amministrazioni locali.
    Ci spero ma: volete per la distanza , i problemi di tempistica forse anche per la diffidenza non so se alla chiamata qualcuno aderirà.
    Ma ribadisco anche se in piccolissima rappresentanza vorrei esserci e per tanto vorrei avere quante più direttive su come poter partecipare, e avere ragguagli sulle vostre idee in programma.

    Resto in attesa di un Vostro sicuro e sollecito riscontro e colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.

    Maria Grazia
    niscemesidoc@gmail.com

    ragazzi ho aperto le porte non temiate di entrare dall’altra parte della soglia non ci aspetta il lupo cattivo ma la possibilità di riprenderci Niscemi!!
    SICURO CHE NON E’ QUESTA MANIFESTAZIONE A CAMBIARCI LA VITA MA E’ L’INIZIO PER FARNE ALTRE…E ALTRE ANCORA…. E ALTRE ANCORA SIAMO GIOVANI E SIAMO L’ICONA DEL FUTURO QUINDI RIBADISCO CHI HA ANCORA UN PO DI ORGOGLIO E DI AMOR PROPRIO E DELLA PROPRIA TERRA ADERISCA SENZA TIMORE.

    VI ASPETTO!!!

  55. beh, con una punta di orgoglio possiamo dire che questo post finora è stato visitato quasi 2.500 volte.
    qualche merito nel aver portato in evidenza la questione MUOS quindi potremmo anche attribuircelo… giusto per autogratificarci un po’

  56. date a Cesare quel che è di Cesare….!
    speriamo anche altri in rete o della stampa vogliano seguire il Vostro esempio.
    congratulazioni! è un primo passo avanti per tutti!

  57. Cara Mariagrazia,
    grazie per averci scritto; sul nostro sito internet – http://www.nodalmolin.it – trovi tutte le informazioni per partecipare alla manifestazione del 4 luglio.

    Abbiamo letto alcuni articoli sulla vicenda di Niscemi e se ci sarà una rappresentanza del comitato saremo felici!
    A presto

    NoDalMolin

    questa la risposta alla lettera di adesione alla manifestazione del 4 luglio che ho inviato.

    non vedo ancora volontari e baldi giovani pronti a prenderne parte all’orizzonte……..

  58. sempre per informare chi legge il post: per la serie forse qualcosa si muove…..

    di seguito una comunicazione che gentilmente un rappresentante del comitato no muos ha inviato ai menbri del gruppo:

    Oggetto: Continua ad essere alta l’attenzione sul MUOS – La Provincia di Catania si Schiera CONTRO

    Raccogliamo con vivo apprezzamento i consigli che ci giungono dal comitato No Dal Molin sulla bacheca del gruppo.
    Per questo penso che nella fase estiva sia utile organizzare un paio di ulteriori incontri informativi mettendo in rete le numerose risorse che ci sono. Mi riferisco sopratutto a tutte quelle associazioni che a livello regionale ci sostengono. La partita va giocata adesso su un piano più alto. Sullo stesso piano di chi decide l’installazione del MUOS, senza ovviamente trascurare l’importante suggerimento dei ragazzi di No Dal Molin sul non abbassare la guardia sull’opinione pubblica a livello locale.

    Personalmente ritengo che, partendo dall’importante risultato politico che il movimento ha raggiunto, Letteralmente IMPALLANDO, l’iter di approvazione della Valutazione di Impatto Ambientale… Adesso bisogna spingere per un obbiettivo certo concreto e definitivo. L’ANNULLAMENTO DEL PROGETTO.
    Oltre le consuete motivazioni politiche, per far breccia maggiormente sull’opinione pubblica esterna Niscemi, secondo me è utile ribadire il concetto che Niscemi è inserito in una delle 3 aree siciliane dichiarate AD ELEVATO RISCHIO AMBIENTALE, e che il legislatore ha voluto questa dicitura per orientare ad un progressivo DISINQUINAMENTO! OGNI ULTERIORE IMPATTO È DA EVITARE NELLA MANIERA PIÙ ASSOLUTA!
    Perché le autorità militari non debbono rispettare queste ESIGENZE?

    Buon Fine settimana. (nome e cognome dle menbro del comitato)

    P.S. 2 comunicazioni tecniche:
    - Come molti sapevano il Comune di Niscemi aveva commissionato a 3 esperti botanici dell’Università di Palermo di redigere una relazione sui possibili danni dell’installazione sulle specie tutelate dalla Riserva Naturale (il solo appiglio burocratico che l’ente locale ha), dopo 3 lunghissimi mesi gli ufficiali della base hanno concesso l’ingresso dei 3 esperti per le loro valutazioni in periodi limitati e sotto sorveglianza….
    A breve produrranno i loro risultati.
    A VOI I RAGIONAMENTI…
    - La seconda comunicazione è che il consiglio provinciale di Catania si è espersso contro l’Installazione del MUOS, ecco il comunicato stampa

    COMUNICATO STAMPA – Consiglio Provinciale di CATANIA
    E’ stato votato dal Consiglio Provinciale in data 25/06/09 un ordine del giorno presentato dal cons. Antonio Tomarchio, sulla installazione del nuovo sistema MOUS della Marina Militare degli Stati Uniti d’America, in contrada Ulmo presso Niscemi, che produrrà onde elettromagnetiche nocive alla salute e all’ambiente.

    Si tratta di un progetto americano, parte del sistema militare statunitense di comunicazione satellitare, che prevede la messa in orbita di quattro satelliti e la costituzione di quattro antenne Mous ( Mobile User Obyect Sistem) ad altissima frequenza ( UHF), distribuite sul territorio mondiale:

    ● la prima in Australia, la seconda a Niscemi, la terza in Virginia e la quarta alle Hawai, tutte situate in zone disabitate, tranne quella di Niscemi che sta per essere costituita in contrada ULMO, a tre Km dal centro abitato.

    ● L’antenna sarà di 18 m di diametro e 147 m di altezza e verrà attivata a partire dal 2011. Dalla messa in funzione produrrà onde elettromagnetiche nocive alla salute umana con rischi di tumori, leucemia e malformazioni genetiche anche dopo decenni.

    ● Si tratterà di un inquinamento impercettibile dai sensi, in quanto le onde elettromagnetiche sono invisibili, inodori e incolori, ma che saranno assorbite comunque dall’organismo con conseguenze disastrose.

    ● Il Consiglio si è espresso a favore dell’o.d.g chiedendo quindi che il Presidente Castiglione intervenga a livello regionale per contrastare questa opera che avrebbe un grave danno per l’impatto ambientale e conseguenze disastrose per la salute non solo degli abitanti di Niscemi ma di tutta la regione.

    Il Consigliere Antonio Tomarchio

    commento:

    bhe !che dire dopo aver scritto ripetutamente (forse alla nausea non solo su facebook ma anche alla segreteria del comitato) invitanto chi di dovere a Vicenza e a prendere contatti a confrontarsi guardando il sito per prendere spunto per le iniziative fatte da quest’ultimi …qualcuno ha finito per credermi membro del comitato NO DAL MOLIN……… (questi ragazzi mi stupiscono sempre a fantasia non li batte nessuno) quanto meno hanno capito di dover divulgare, informare quanto più possibile per sensibilizzare l’opinione pubblica

    comunque al di là del sarcasmo in vista di quanto sopra rilancio l’appello a quanti si sentano chiamati in causa a partecipare il 4 Luglio 2009 alla manifestazione di Vicenza in solidarietà anche di quelli che in paese in qualche modo stanno provando a ribaltare la situazione vi chiedo e mi appello al Vostro buon senso la posta in gioco è alta e se uno spiraglio c’è continuiamo a ribadire il nostro NO

    Maria Grazia
    niscemesidoc@gmail.com

  59. …e arriva il 4 Luglio! ancora poche ore e un’ondata di colore e suoni invaderà Vicenza!

    io sarò lì però oggi volevo ringraziare tutti quelli che rimangono a guardare…….

    si perchè guardate assaliti dalla morbosa e folle curiosità state a guardare!
    leggete…. state a guardare… per trovare qualcosa di cui parlare e sparlare, per poter dire giudicare, per in questo vi sentite forti….come nel più classico dei luoghi comuni che vede il Siciliano dietro le persiane, gli usci socchiusi a guardare, a spiare, e lasciare consumare tragedie, intrighi………la propria vita!

    Guardate….gurdate, come esseri non morti in giro per le strade ma per fare?…solo guardare… al bar al riparo dall’afa, nei marciapiedi in piazza, con le panze chine” e lo sputo pronto, la vita vi passa davanti e forse non ve ne accorgete nemmeno!

    Guardate……..guardate finchè ne avete la possibilità… ma mi raccomando non reagite sarabbe come schiaffeggaire la Vostra vera natura. guardate e spiate……non sapete fare altro di meglio!

    Giusto per ricordarvi che tra Voi esistono nipoti e successori di Salvatore Giuliano e per ricordarvi a chi appartenete, chi ci ha rappresentato in qualche modo durante la grande guerra, tra la fame e la miseria che aiutava se poteva,(anche se poi umiliato e accusato giustamente o ingiustamente) che ha rappresentato tutti quelli che sentivano in qualche modo quell’orgoglio meridionale , a voi impassibili vi lascio queste parole:

    Sugnu Sicilianu

    Sugnu Sicilianu e mi nni vantu,
    nudda nazioni avi cchiù talentu.
    Puru nta li paiseddi…chiddi cchiù spirduti,
    li megghiu ciriveddi hannu nasciutu.
    Ma pi la mala sorti ca sta terra ha avutu
    pi lu munnu sanu si n’annu iutu.

    (da http://www.salvatoregiuliano.org )

    ma intanto continuate solo a guardare…. a guardare….

    Vergogna!

  60. forse!!! non condividerò la linea dura contro poliziotti e cariche di stato, ma in fondo anche lui si sentiva tradito da Roma, lui come tanti siciliani che vedevano sottrarsi le terre il frutto dei loro sudori per disporlo per l’ammasso. ai tempi i bagliori di libertà erano riposti in terre lontane e lui le vedeva nel continente d’oltre oceano (vuoi perchè suo padre era emigrato in America e aveva avuto la possibilità di ritornare e comprare porprietà terriere) poteva essere la Spagna o un’altra nazione che vestisse i panni di liberatore non solo dai Tedeschi ma, nel nostro caso, anche da Roma che ha strumentalizzato come continua a fare anche oggi a favore di pochi il territorio dell’isola.

    era per i poveri e dava…….
    non voglio difenderlo ma riflette un po’ gli spiriti liberi e battaglieri che insorge contro chi vuole con arroganza ottenere tutto e subito calpestando la dignità del popolo.

    paradossalmente Salvatore Giuliano era un po’ il riscatto dei ceti bassi , dei contadini.

    se fosse vissuto oggi non so se avrebbe mai scritto quella lettera… anche se la situazione politica non è poi meno drastica.
    magari da secessionista che era come i Vicentini avrebbe creato “L’altra Sicilia”.

  61. “divide et impera”, dicevano i latini.
    spesso i secessionismi (anche quando sono “giustificati”) vengono strumentalizzati, ciò che ad esempio è successo nei Balcani in questi ultimi vent’anni ne è una prova lampante.

    piuttosto, hai fatto il pieno?

  62. di fatti i pupari ai piani alti di destra , di sinistra, americani e mafiosi hanno capito sin da subito che uno come lui poteva essere benissimo manipolato perchè aveva tanto rancore si sentiva rifiutato, depredato da quell’Italia per cui il fratello era stato chiamato a difendere.

    possiamo approfondire l’argomento ….. solo che ti anticipo: quanto gli americani abbiamo influito, gli uomini di malaffare al governo e non dobbiamo aspettare il 2016 quando saranno aperti a chi di dovere gli atti.

    e per domani ho preparato anche i panini!

  63. Nonostante i turni assassini, son qui… E a causa dello sciopero di ieri, sto recuperando ora il turno (vi scrivo dal palmare durante una pausa)… Quindi tarderò ad arrivare a Vicenza, ma ci sarò anch’io!

    Ah, i miei panini son con le panelle (da buon siciliano)

    MagiSysteM

  64. Trovo deludenti, estremisti e per dirla con uno di voi infantili tutti i ragionamenti espressi contro il sistema di comunicazione e di difesa (Muos) sottolineo di difesa messo in atto dagli Stati Uniti, principale nostro alleato e paese amico. E’ un sistema che garantisce, la difesa e la libertà dell’occidente da attacchi terroristici proveniente oggi da più parti.
    E’ un sistema che contrariamente a quel che si dice non è invasivo, non è dannoso insisterebbe su una area già soggetta a presenze e istallazioni di radar e antenne di varia nautura. Di che parliamo allora?
    Perchè ogni volta che si tenta di fare qualcosa a prescindere c’è sempre qualche siciliano che si oppone prima di valutare ogni cosa? Non c’è una sottile incapacità di vedere le cose come stanno?

  65. caro Roberto ti propongo una cosa!
    come gli avvocati io non dico che la tua opinone non sia giusta, ma come gli avocati, cerca di trovare prove la confermino….. io ne ho un po che affermano il contrario…..

  66. corrego il commento…ero presa da agitazione!
    vogliamo sempre lasciare il beneficio del dubbio e la proposta era quella di darci quante più motivazioni possibili affinchè le antenne facciano bene e non influiscono sull’ambiente e sulla salute umana. ( se fanno bene me ne faccio piantare una in casa mia!)
    Appunto come gli avvocati che cercano di confermare gli alibi degli indagati, e non confutarli, ti prego di illuminarci con le tue prove…………poi darò conto del perchè no!
    se poi insisti farò raccolta fondi per comprarti una casa nei pressi della base all’ulmo!

  67. da parte nostra concentriamo l’attenzione sulla prima parte del commento di Roberto, dalla quale ricaviamo l’impressione che essendo il muos un sistema messo in atto dal principale ns alleato (o supposto tale), a garanzia di libertà ed integrità fisica, ergo si giustifica a prescindere dalle eventuali ricadute ambientali, circa le quali infatti sorvola completamente.
    è il classico argomentare degli atlantisti di casa nostra, appartengano essi alle alte sfere militari e/o politiche oppure siano semplici sostenitori della buona causa occidentale; si genera uno stato di allarme circa la presenza di minacce terroristiche imminenti per giustificare dispositivi come il muos, ma anche l’ags di sigonella, utili in primo luogo a sostenere la redditività del complesso militar-industriale statunitense nell’ambito di un progetto di egemonia globale che si risolve sempre più in una situazione di caos generalizzato per l’incapacità dei suoi sostenitori di costituire un qualche tipo di ordine non fondato semplicemente sullo strumento militare (vedi Afghanistan ma anche Iraq, nonostante il ritiro di truppe in corso).
    da questa situazione ci chiediamo quali vantaggi abbia da trarne l’Italia, un Paese che per la sua collocazione geografica di ponte tra l’Europa e l’area mediterranea africana e asiatica è naturalmente predisposta a relazionarsi in termini pacifici con le nazioni vicine.

  68. Sicuramente queste antenne sono collegate con il fenomeno delle scie chimiche e la stazione H.A.A.R.P. sita in Alaska che ha lo scopo di riscaldare la ionosfera ed alterare temperature, clima e precipitazioni…insomma controllo del tempo.

  69. abbiamo il sole , abbiamo il mare….. ma che abbiamo ?
    proprio niente…..
    la nostra terra svenduta dai politici….
    in mano ai mafiosi…….
    il lavoro dov’e’ ?
    in mano a quelli che hanno i capitali…….
    un gruppetto di contestatori non fara’ la differenza….
    saremo sempre la solita Sicilia incasinata….. purtroppo…..

  70. Nulla di più vero: PIANGERSI ADDOSSO NON RISOLVE LE COSE!
    Caro Giuseppe il mio collega MENEGHINO figlio di papà si permette di dire che il meridione non merita l’attenzione e gli aiuti dovuti, in merito al dissesto idrogeologico, perché la gente è passiva anzi peggio “COLLUSA E MAFIOSA”: quanti si riconoscono in queste parole… ne capite il senso? FANNO MALE? IO LE SENTO QUASI GIORNALMENTE e quanto scrivi non può che rendergli giustizia.
    Posso darti ragione sul fatto che è una lotta impari forse persa in partenza … però così dicendo denigri, il lavoro di alcune persone, fosse anche una sola, che continua a lamentare e a denunciare le nostre contraddizioni. Massacri quanto Mazzeo denuncia nei suoi articoli, il tempo e il denaro (perché parliamoci chiaro non li chiede a nessuno) che Giuseppe Maida mette a disposizione per le sue denunce… nessuno vuole un posto al sole in questa situazione perché credetemi non ce n’è per nessuno.
    E’ letteralmente da omicida parlare in questi termini…anche se è stata più una passerella politica ma la gente invogliata nel modo giusto il 28/02/2008 era lì per le strade di Niscemi.
    sicuramente tanti scettici, molti curiosi ma non era solo un gruppetto a reclamare il proprio diritto sul territorio e anche a marzo, la gente che ci ha creduto era comunque lì…, gente comune mamme e papà erano lì perché in qualche modo crede che bisogna fare qualcosa, hanno effettivamente paura ad esporsi perché grazie a tutti quelli che la pensano così, che un gruppetto non può cambiare le cose, si tirano indietro pensano alla famiglia a quali rischi si espongono a ingabularsi in cose che riguardano la comunità ma che nessuno prende di peso. Non vogliono diventare il martire di turno per mille ragioni per cui posso parlare all’infinito se non chè la temuta mafia perché potrebbe nascondersi dietro l’angolo…e grazie a questi ragionamenti, che forse ci hanno costretto ad adottare, che oggi ci ritroviamo con il territorio svenduto per interessi più o meno loschi o a gente che piantando una bandiera pensa di essere padrona di tutto.
    Nel piccolo chi più chi meno mette del suo: qualche settimana su niscemesidoc@gmail.com è arrivata una mail da parte di una ragazza che aveva lasciato commenti su questo post dove mi spiega che in qualche modo è preoccupata dai dati del CNR relativi all’inquinamento causato dal vicino petrolchimico e dal mercurio rilevato sul sangue di un campione di persone residenti. è preoccupata perché anche lei vive fuori ma ha una famiglia intera in paese e spera che le cose possano cambiare per poter tornare e godere della propria città gli aspetti positivi.
    Si sta impegnando chiedendo un riscontro con l’amministrazione e tecnici del campo affinché sia fatta chiarezza per la gente perché purtroppo anche se certe notizie vanno sui giornali non tutti come sapete li legge…anche lei è disarmata perché sicuramente dacché qualcuno l’ascolterà passera del tempo ma non demorde.
    In prima persona non posso che appoggiarla e metto a disposizione l’indirizzo e-mail per chi abbia idee o propositi in merito e mi rivolgo anche a Magic System che da quello che ho capito lavora in struttura ospedaliera c’è bisogno di gente motivata.
    Esprimersi in questo senso non è giusto specie se non hai fatto niente perché le cose cambino a meno che anche tu non hai provato la sensazione che quando sei da solo tutto sembra molto più grande, irraggiungibile il senso di impotenza di fronte a certe cose ti butta giù e ti sconforta ti chiedi anche ma chi sono io per pensare di poter cambiare le cose?

    Pirandello direbbe UNO NESSUNO CENTOMILA e non nel senso di personalità interiore ma come persona singola che condivide l’amore per la propria terra con altri e se un pensiero o ideologia ci accomuna perché non appoggiare quanti dicono la loro?
    Io non cambierò le cose ma aver fatto sapere che a Vicenza c’ero ha fatto la differenza… interrogare il sindaco su cosa si sta facendo fa la differenza,lamentarsi con l’amministrazione che si sta assopendo sulla questione fa la differenza , che Maida si pianti con la tenda che vada a Roma all’ambasciata americana che lettere di bambini vengano recapitati al presidente Obama fa la differenza fa la differenza quanto scrive Mazzeo, fa la difeferenza che questo blog mette a disposizione uno spazio a te dedicato per informare.
    tutto fa la differenza magari alla fine l’avranno vinta ma la cosa importante resta il fatto che non sei rimasto con le mani in mano per non renderti complice dello scempio.
    che hai speso una parola per il tuo paese.
    perché se sei ancora una persona libera puoi permetterti di fare questo ed altro affinché altro pezzo di territorio già dilaniato da cattiva e diciamolo pure collusa gestione venga sottratto alla popolazione, affinché dismettano le già esistenti antenne che da più di un decennio sono in funzione senza controllo che già da sole preoccupano non poco.
    Rivedo un po’ la questione per cui è vero che l’importante è raggiungere lo scopo più alto che è non permettere il MUOS ma da qualche parte devo pur cominciare da sola , poi in gruppetto, poi in tanti… una comunità e arrivare dove più possiamo.
    E’ utopia ma non voglio più pensare tanto a cosa serve e anche se non si arrivo a niente almeno potrò dire io ho messo del mio e tu?

  71. ed ora si passa alle opere di convincimento e di mediaziazione con i Niscemesi.
    eccezionalmente all’Assise il presidendente della regione Lombardo e il sottosegretario della difefesa Cossiga (lui si che ne sa di opere di convincimento!)

    http://www.ilgiornaledigela.it/politica/8991-niscemi-no-alle-muos-di-arci-sicilia-e-del-comitato-cittadino.html

    intanto l’associazione Arci Liberamente procede per adottare un parco…non male come idea anche se serve per riprenderci ciò che è già nostro.

  72. Pingback: Niscemi: il Muos. Guerre stellari in un paese siciliano – Femminismo a Sud

  73. Dovreste prendervela con quei politici che si sono venduti l’Italia, e che hanno firmato trattati e patti con gli USA che nemmeno loro sanno cosa hanno firmato, hanno firmato la collaborazione sui trattamenti climatici, intanto gli americani ci buttano la merda sulla testa, e il governo italiano non ha nemmeno la piu pallida idea di quello che tutti i giorni questi aerei militari anonimi ci scaricano sulle nostre teste, ma lo guardate mai il cielo? O siete cosi presi dalle stronzate del grande fratello, isola dei famosi, amici e cazzate varie, questo è il loro gioco per fregarmi la mente e non farvi rendere conto di quello che in realta sta succedendo, l’Italia , cosa ne sappiamo noi dell’Italia? Avete idea di quello che abbiamo sotto al culo grazie a questi arroganti gringos? Basti pensare che tutte le munizioni per la guerra in Iraq sono partite da Pisa, e i politici cosa fanno? Si fanno le loro leggi, voglio sperare che un giorno succeda quello che non dovrebbe, ce lo siamo meritati!

  74. Salve,sono Marta Genova,una giornalista di Palermo.mercoledi mattina sarò a Niscemi per realizzare un reportage su questa storia. Se voleste fare gruppo e farvi trovare in mattinata o nel pomeriggio da qualche parte,potremmo fare una intervista anche a voi giovani di Niscemi e dare spazio alla vostra voce,alla vostra rabbia. Rispondetemi qui e domani cerchiamo di organizzarci. Tenete alta la guardia!

  75. Pingback: Agora' di cloro » I. La Russa, l’amico degli americani

  76. CI LAMENTIAMO L’IMPATTO AMBIENTALE LA SALUTE DEI NOSTRI FIGLI ALLORA INIZIAMO A TORNARE UN PO INDIETRO BUTTIAMO VIA TUTTA LA TECNOLOGIA CHE ABBIAMO A CASA INIZIANDO DAI TELEFONINI INTERNET ECC. COME SI DICE DA ME A VULISTA A BICICLETTA ORA PEDALA IL PROGRESSO LA NUOVA TECNOLOGIA QUESTO E’ ……………………………………….

  77. l nuovo sistema Ags (Alliance Ground Surveillance) della Nato nella base di Sigonella (Catania) è realtà: a Chicago, dove oggi e domani l’Alleanza tiene il suo 25mo summit, sono stati firmati i primi contratti che rendono operativo il sistema considerato un progetto di punta della strategia di ‘smart defense’, la ‘difesa intelligente’ che punta a garantire la sicurezza degli Alleati con piu’ cooperazione e meno costi per far fronte alla crisi finanziaria. Il progetto e’ stato approvato il 3 febbraio scorso tra 13 paesi: oltre all’Italia, Bulgaria, Repubblica ceca, Estonia, Germania, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Romania, Slovacchia, Slovenia e Stati Uniti. Secondo l’accordo, questo gruppo di alleati acquisira’ cinque droni, il comando associato e la stazione base di controllo. Mentre la Nato si occupera’ del loro mantenimento e della loro operativita’ per conto dei 28 alleati. Il nuovo sistema Ags sara’ disponibile per l’Alleanza in un periodo compreso tra il 2015 e il 2017 e portera’ nella base di Sigonella almeno 600 militari in piu’ entro il 2017, anno in cui si prevede che il sistema diventera’ pienamente operativo. L’acquisto dei droni e dei sistemi collegati richiedera’ un investimento ”vicino ad un miliardo di euro”, mentre il costo operativo dell’Ags per i prossimi venti anni ”sara’ di poco superiore ai due miliardi di euro”, ha riferito un ufficiale. La cifra include ”l’intero pacchetto, incluso la parte formativa”. Il costo operativo e di mantenimento dei droni sara’ condiviso da tutti e 28 gli alleati, ”seguendo la normale procedura di contribuzione”. L’Ags e’ uno dei 20-30 progetti di cooperazione tra paesi diversi che l’Alleanza prevede di lanciare a Chicago. Lo scopo e’ ridurre i costi, eliminando doppioni e aumentando la collaborazione. Gruppi di paesi si mettono insieme per garantire mezzi a tutta l’Alleanza. ”Tagliare il grasso e mantenere i muscoli”, e’ l’efficace sintesi del segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen. (ANSA)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...