Un gigantesco fenomeno culturale

All’intervistatore che, rilevando come sia ormai un dato di fatto il sostegno di numerosi ambienti progressisti all’impero USA, si rammarica dell’indifferenza della sinistra europea al “messianesimo realizzato” americano, mentre per lungo tempo le lotte anti-imperialiste degli anni ’50 e ’60 erano state un suo importante riferimento ideale, Costanzo Preve replica:

“In realtà a questa domanda è difficile rispondere, perché cerca di trovare le radici di un gigantesco fenomeno culturale che è la riconversione dell’identità culturale di sinistra dalla vecchia fase classista anti-imperialista alla nuova fase della religione olocaustica e della religione individualistica dei diritti umani. Nel caso di Obama si tratta di una delle tante illusioni. Da questo punto di vista si tratta dell’incapacità strutturale di una cultura come quella europea, che ha perduto ogni sovranità storica e geografica e che perciò è costretta dopo il 1945 a correre dietro a dei miti esotici. Il mito di Kennedy negli anni sessanta e di Obama negli anni duemila non sono diversi, come può sembrare, dal mito di Che Guevara o di Mao Tse-tung. Si tratta in ogni caso di miti esotici, che non sarebbero tali se non ci fosse prima una totale mancanza di radici, una totale mancanza di sovranità della cultura europea. La sovranità culturale è parzialmente autonoma ma dipende anche dalla sovranità politico-militare. La grande filosofia greca del tempo di Platone e Aristotele si basava sulla sovranità politica dei Greci, non ancora occupati né dall’impero persiano né dalla repubblica romana né dai regni ellenistici. E’ vero che ci può essere una cultura interessante anche in condizioni di oppressione politica, pensiamo ad esempio alla cultura greca sotto l’impero ottomano o alla cultura polacca sotto l’impero zarista, però in generale una grande cultura presuppone una sovranità politico-militare. L’Europa non esiste più, esiste una eurolandia, che è soltanto uno spazio di banchieri, uno spazio monetario. In mancanza di Europa è chiaro che si cercano miti stranieri: il mito della Cina come grande Paese industriale produttivo, il mito di Obama, che per di più è anche un nero, il che vuol dire che sembra il portatore della famosa emancipazione antirazziale di Martin Luther King. Si tratta fondamentalmente di un mito di oppressi, di un mito di una cultura senza più radici e sovranità, perciò non ha molta importanza. Questi miti cambiano continuamente, tra uno o due anni non ci sarà più il mito di Obama e se ne cercherà un altro.
(…)
La cultura americana continua ad essere per gli Europei sostanzialmente un enigma. Gli Europei hanno sempre esaltato la rivoluzione americana come una rivoluzione illuministica ed è sempre rimasto poco noto il sottofondo vetero-testamentario di questo messianesimo. In mancanza di questa comprensione si appiccica all’America la dicotomia sinistra/destra, per cui Obama è di sinistra e Bush di destra, e non si vede il comune aspetto messianico di entrambi. A questo punto la cultura europea non è in grado, tolte piccole eccezioni, di capire non tanto il fenomeno Obama quanto il fenomeno imperiale americano.”

Fra queste “piccole eccezioni”, John Kleeves, del quale è da poco tornato disponibile “Un Paese pericoloso. Storia non romanzata degli Stati Uniti d’America”, originalmente pubblicato nel 1999.
Qui, in formato pdf.

About these ads

One thought on “Un gigantesco fenomeno culturale

  1. sempre puttane sono…

    Gentile napoLibera,
    lo sa che cosa non sopporto dei comunisti ? Che fanno Sante perfino le puttanelle, se servono alla causa del Partito, qualunque essa sia….Così E’ INTOLLERABILE, che il TG-3/B.R. di Suor Bianchina la Puritanissima deprechi, ad ogni piè sospinto, le starlettes del Sor Berlusculus…. da Noemi a Patrizia, da Ruby a Nicole Minetti……

    QUANDO LEI STESSA FU NOTORIAMENTE COINVOLTA, VENTI ANNI FA, NELLO SCANDALO DELLE STARLETTES TELEVISIVE CHE VENIVANO CHIA…ATE ‘LE MEROLONE’, PERCHE’ FACEVA ESATTAMENTE L’ IDENTICO MESTIERE !

    (RUBRO DE’ SASSI-GROTTAROSSA, ROMA)

    NL– I fatti che lei rammenta sono ACCERTATI. Bianca B.R./linguer, oggi così austera e severa da parere una Madre Badessa di Port Royal, FACEVA VERAMENTE LA PUTTANELLA, nella ‘Chorus Line’ del divo televisivo VALERIO MEROLA, allargando le cosce al comando del colui che aveva un certo ‘ruolo’ nei palinsesti dell’ epoca, quando scoppiò il cosiddetto ‘Scandalo Sabani’.

    Il povero Gigi Sabani, scomparso anni fa, era un imitatore televisivo di gran successo, con una fidanzata bellissima….Ma sulla quale aveva messo gli occhi, tal quale Don Rodrigo per Lucia, un giovane magistrato-massone, iniziato per Rito Scozzese alla Gran Loggia di Londra, allora assai potente. Questi fece arrestare SABANI medesimo, e costrinse la sua ragazza a sottostare alle sue voglie lubriche, DIETRO MINACCIA DI SBATTERLA IN GALERA, se non avesse accusato il suo fidanzato stesso !!!!! Infine la impalmò, ma il matrimonio edificato su tanto crimine, finì molto male….

    Gigi Sabani, poveretto, vittima invendicata da alcuna legge che spezzi le grinfie di un qualunque P.M., e magari anche il resto dei tristi sicari togati agli ordini di Londra, uscì a pezzi da mesi di galera che avevano il solo scopo di ‘fregargli la fica’, e ne morì di infarto…..

    Sì, ma che c’ entra Suor Bianchina La Puritana ?

    C’ entra moltissimo. Perché a quell’ epoca, tal quale la sua collega ANGELA MERKEL, prostituta-spia nei ranghi della atlantistissima STASI del perfido Zia Misha, la spia a due facce cui dobbiamo la fortuna stessa del B.R.linguerismo, Suor Bianchina faceva la spioncina ai servizi della Procura.

    Allargava le cosce a VALERIO MEROLA, ma in nome della causa !!!!!! Infatti, in tempo stesso, acuiva le orecchie, per ascoltare e denunciare agli Alti Comandi Inglesi….CHE POI L’ HANNO IMPOSTA AI VERTICI DEL SERVIZIEVOLE TG-3/B.R. !!!! Perchè nel PD&DL quelli comandano assai più di D’ Alema, Berlusconi e Prodi messi insieme.

    Ecco perchè fu lo stesso VALERIO MEROLA a DENUNCIARLA come ‘puttanella-spia’, e sua amante ‘aliquando’, fra tante altre ‘ballerine': quando si accorse che Suor Bianchina aveva spifferato, agli sbirri della Procura e dei giornali, circa la polverina, BIANCA anche questa, vedi tu un pò il caso, che circolava negli studios RAI…..per sostenere gli uomini di spettacolo nelle tremende prove della ‘diretta’ di fronte alle platee da venti milioni di telespettatori.

    E’ il ‘caso Walter Chiari’ che si ripete da circa quaranta anni….

    Insomma, VIVA VALERIO MEROLA-SANSONE: IO CADO, MA A TE PURE TI SPUTTANO….

    Tutte queste vicende sono oggi dimenticate. Una coltre di cloroformio B.R.linguer-usconiano seppellisce, in Italia, il passato col futuro…..a vantaggio degli inglesi che ci vogliono proprio cancellare, dalle radici, come EuRoma Eterna, che è la loro invidia e il loro odio.

    Bianca B.R.linguer, per capire le puttane che sfilano ad Arcore, leggenda o meno che sia, ci ha evidentemente una particolare capacità di ‘riconoscimento’…Son pur sempre ‘colleghe’ !

    Però Suor Bianchina è più s.nob, ci ha la puzza ‘sotto il moggio’, o dove altro: lei fa TUTTORA la ‘badante’, dei telesonnambuli, e sempre, secundum Familias, al servizio degli inglesi.
    Come il padre e il nonno.

    Vuoi mettere….

    Una volta si chiamavano JOVANKA E LE ALTRE. E le rapavano a zero, le troie collabò.
    Oggi le fanno Deputate, Ministre e Direttore.
    Sempre puttane sono.

    napoLibera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...