La NATO a Noto

Dove sono bravi a erudire i pupi.

“Panorami mozzafiato, a nord l’Etna innevata, da est a sud il mare azzurro smeraldo dello Ionio e del Canale di Sicilia. Intorno, le innumerevoli cave di calcare dell’altopiano ibleo, i voli dei falchi, i carrubi, i mandorli, gli ulivi. le antichissime necropoli lambite dai letti di fiumi e ruscelli. I ruderi di eremi e chiese bizantine, i resti di quella che fu l’antica Noto spazzata dal funesto terremoto del 1693. Più a valle, la Noto nuova, città-gioiello del barocco siciliano. Su per i tornanti, ad una decina di chilometri in direzione nord-ovest, contrada Mezzogregorio, 639 metri sul livello del mare. Un balcone con vista su mezza Sicilia e il Mediterraneo. Dalla fine del 1983, ospita una delle stazioni radar più importanti e meno conosciute dell’Alleanza Atlantica. Un enorme fungo-pallone bianco si erge a fianco di edifici e casermette. Più a lato, su una torretta, un radar che si muove incessante. Ad un centinaio di metri, separata da una stradina, una seconda area sottoposta a servitù militare, con sette alte antenne per le telecomunicazioni.
E’ domenica, ma i camion e le ruspe si alternano all’ingresso dei cancelli della base del “34° Gruppo Radar GRAM dell’Aeronautica Militare di Siracusa”. Accanto al fungo-pallone, alcuni operai lavorano ad una nuova grande torre in cemento armato. Altri sono impegnati a scavare e posare lunghi cavi di acciaio. Le opere di ampliamento della telestazione di guerra sono iniziati qualche mese fa. “A Mezzogregorio è in atto l’ammodernamento delle strutture operative e tecniche nell’ambito del progetto Air Command and Control System (ACCS), che prevede il progressivo trasferimento delle funzioni di controllo radar presso un unico centro operativo nazionale”, spiegano i portavoce dell’Aeronautica militare. L’ACCS è uno dei più recenti programmi della NATO (2009), costo complessivo due miliardi di euro, per potenziare la rete strategica di comando e controllo alleato in Europa.”

Noto Mezzogregorio, grande occhio NATO del Mediterraneo di Antonio Mazzeo continua qui.

About these ads

4 thoughts on “La NATO a Noto

  1. Mazzeo: chi paga le armi, a cosa servono le armi

    http://antoniomazzeoblog.blogspot.com/2012/02/le-guerre-future-con-lags-e-i-droni-di.html?spref=bl

    come, ho letto, domanda Medio Evo: come se ne esce ?

    Se leggevi il link trovavi scritto che

    La Sicilia sacrificata sull’altare del dio di tutte le guerre…

    E le metastasi hanno pervaso Niscemi, Birgi, Augusta, Pantelleria, Lampedusa, Marsala, Noto-Mezzogregorio, Pachino, sedi di supersegrete installazioni militari e laboratori sperimentali dell’olocausto del terzo millennio.

    Per gli strateghi del Pentagono, la Sicilia dovrà fare da vera e propria caput mundi di falchi e predatori teleguidati…

    E avresti visto pure che Noto Mezzogregorio, grande occhio Nato del Mediterraneo era già stato trattato, segno che quanto ti segnalavo, lo contemplava.

    Ma no, tu hai risposto che avevi chiesto in prestito un drone per sterminare me, la mia famiglia e i miei vicini… e ora misura il tuo spirito di patate con questo.

    Poi scrividove sono bravi ad erudire i pupi”.

    Senza polemica. Perché non lo sapevi ? non sapevi che il reclutamento lo fanno dove più forte è il disagio o la miseria ? Non hai sentito che i tre soldati morti in Afganistan erano tutti del meridione ? (NB; qui non dò alcun giudizio su quel impegno militare e quindi non farlo neanche tu).
    Non sapevi che quello che manca è anche la sovranità monetaria economica ?

    Quindi non sapevi che se il pupi di dove non c’è ricchezza non si erudiscono e/o arrivano da soli ci sono ben apposta quelli che li ispirano ?

    Consiglio di leggere Giulietto Chiesa che recensisce COME SI ABBATTONO I REGIMI

    http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/7755-come-si-abbattono-i-regimi.html

    Dico anch’io dimos kratia – dialettica e valuta che quando una persona lo dice la cosa migliore è dialettizzare.

    UP Patriots To Arms

  2. “senza polemica”?!?
    non fai null’altro da quanto sei arrivato (meglio sarebbe dire, precipitato) sulle pagine di questo blog.
    e in base a quale sconosciuto principio dovremmo interloquire con chi, dopo aver essere entrato in casa nostra senza chiedere alcun permesso, si è messo pure a defecare in salotto? la metafora ti è chiara?
    ritieniti fortunato se i tuoi commenti non vengono cancellati sistematicamente

  3. insomma cosa è che ti da fastidio ?

    Sei pregato di spiegare a chi legge, non me ma a chiunque (senza il tuo permesso !) accede a questo sito e a cui nelle tue credenziali dai il benvenuto “La collaborazione dei lettori è fin d’ora incoraggiata”

    http://byebyeunclesam.wordpress.com/about/

    Spiega che ogni cosa che sta scritto nel primo messaggio non è vera…dicendo perché, perché e perché.

    Spiega pure se hai letto ciò che ti consigliato e cosa non ti ha garbato…

    Questo si chiama dialettica… se devo imparare qualcosa la imparo, stanne certo.

    Quanto al resto è canzone vecchia
    E qui comando io
    e questa è casa mia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...