“Kraj” – documentario russo sul Kosovo e Metohija

“Questo è un film sul Kosovo. Questo è un film sul dolore, sull’assenza di solidarietà, sull’insensibilità, sulla cecità. Non è un film su come gli albanesi hanno perseguitato i serbi. È un film su come certe cose possano accadere sotto gli occhi di tutti senza che nessuno le veda. E non solo a Ovest, ma anche qui da noi in Russia”.
Con queste parole Evgenij Baranov ha presentato il suo documentario sul Kosovo, realizzato con il regista Aleksandr Zamyslev e trasmesso nel dicembre del 2007 dal primo canale della televisione russa: un’opera di poco meno di un’ora che ricostruisce le vicende storiche e umane del Kosovo e Metohija mettendo da parte la correttezza e l’opportunità politica per concentrarsi sui volti e i racconti delle persone e sulla compassione per le loro sofferenze e sventure.
Il titolo originale, “Kraj”, significa provincia, e più genericamente area, zona. Si riferisce dunque al Kosovo e al suo essere storicamente provincia serba, e dunque allude all’appartenenza a un’area geografica e a un diritto al ritorno negato. Significa però anche limite, margine, orlo: “na kraju” – al limite, sull’orlo del baratro – è dove si trova ora il popolo serbo. Nella consapevolezza di non poter riunire questi significati in un’unica intensa parola, abbiamo preferito tradurlo semplicemente “terra”: un termine che, per tanti protagonisti di queste storie – costretti a un doloroso esilio e all’umiliazione e all’abbandono dei campi profughi – ha perso ogni significato geografico.

Qui ne presentiamo una versione divisa in sette parti, di circa 8 minuti ciascuna.
La traduzione dal russo ed i relativi sottotitoli in italiano sono opera di Manuela Vittorelli, che ringraziamo sentitamente per la sua disponibilità.

Advertisements

11 thoughts on ““Kraj” – documentario russo sul Kosovo e Metohija

  1. Quel cialtrone del ministro Dalema, che ha bombardato
    la Serbia e ucciso migliaia di innocenti in nome della libertà,
    dovrebbe essere giudicato da un tribunale internazionale
    per crimini di guerra. La cosa più fastidiosa è che l’ha fatto in nome del popolo Italiano. Bastardo!

  2. Beato collui che nasce ignorante, tutta la vita la vede passare come vogliono gli altri.

    (pensate alle responsabilita’ leggendo il detto di sopra).

    Al nome della Popolazione Serba in Italia, ringrazio a tutti gli artefici del materiale che “APRE GLI OCCHI” a quelli che li tengono chiusi d’avanti alla realta’ quotidiana, di cui, pero’, pagheremo un po i conti tutti noi a distanza dovuta del tempo.
    Grazie ancora!

  3. Domanda: ma perché non facciamo un referendum per cacciare D’Alema assassino. Altro che parlare di altri politici. Lui ha la faccia come il c….e continua a pontificare e ripresentarsi. Il lurido bastardo! Ma cacciamolo via! NON DEVE CONTINUARE. NON DEVE PROPRIO!!!!
    La Storia (e i russo-serbi) mica si dimenticheranno la porcata di Massimino, solo che naturalmente lui, che tanto critica gli altri, i soldi alle Cayman e le valigie nell’ingresso li ha già.
    Schifoso!!!!!

  4. un referendum del genere raccoglierebbe ancora meno votanti dei pochi che normalmente si presentano alle urne in questi frangenti.
    poi è vero che la memoria popolare è forte sui tempi lunghi, ma intanto moderiamo i toni chè questo non è luogo per dare sfogo alla propria rabbia, per quanto legittima possa essere

  5. questi soni i video di un giornalista serbo che a registrati e quindi 99% sono bugie sensa senso,noi tutti ricodiamo bene il 1999 quando venivano masacrati i kosovari dai militari serbi e italia e altri aleati l’ano evitato naltro masacro come quela di srebrenica qundi dovete sentirvi fieri di questo…
    ve do i dati delle nazioni uniti dei morti nela guera del kosovo

    13561 albanesi morti
    4783 albanesi scomparsi ancora oggi nesuna tracia
    1200.000 profugi i qui in italia 30,000

    serbi ucisi 136 militari
    civili 2
    profugi 67000
    adeso noloso chi sono i teroriste e chi a masacroto in kosovo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...