Furti d’auto

Crawford (Texas), 19 agosto – Gli USA hanno intimato alla Russia di restituire i mezzi americani sequestrati in Georgia. “Se la Russia li ha presi, deve restituirceli immediatamente”, ha detto Gordon Johndroe, portavoce del Consiglio per la Sicurezza Nazionale in un breafing a Crawford, in Texas, dove il presidente Bush sta trascorrendo alcuni giorni di vacanza.
Secondo alcune indiscrezioni di stampa la Russia avrebbe sequestrato nel porto georgiano di Poti, sul Mar Nero, cinque Humvee, le grandi jeep impiegate dall’esercito statunitense. Un giornalista dell’Afp ha riferito di aver visto gli automezzi, che portano sulla fiancata la scritta “Usmc”, (Us Marine Corps), trasportati in una base a Sinaki, città georgiana controllata dai russi. I veicoli si trovavano a Poti in vista di una esercitazione congiunta, poi annullata a causa della guerra.
(AGI)

6 thoughts on “Furti d’auto

  1. Gli USA hanno intimato alla Russia di restituire i mezzi americani sequestrati in Georgia.

    —————–

    Si potrebbero attaccare al c…o anche loro. Nei giorni scorsi finalmente i russi sono riusciti ad avere indietro un po di roba dopo averla richiesta indietro inutilmente per un paio di mesi:

    “Il 17 giugno scorso, agenti georgiani hanno arrestato brutalmente quattro soldati del contingente russo di peacekeeping e sequestrato il loro automezzo che trasportava una trentina di missili e mine anticarro attraverso la zona di conflitto controllata da georgiani e russi. Un trasporto illegale, secondo Tbilisi. Del tutto lecito secondo Mosca. I militari sono stati liberati, ma le armi sequestrate non sono state ancora restituite ai russi, nonostante le ripetute richieste russe, avanzate persino dal presidente Medvedev.”

    http://ambasada.it/index.php?showtopic=2478&pid=23602&mode=threaded&show=&st=&

    Mi piace

  2. Ostap Bender, carissimo. Solo per la verità:

    fermato un camion (uno solo) con dei missili per il sistema grad.

    Dai russi derubate, distrutte, tutte le installazioni militari in georgia.

    La cosa che fa più male sono dei boschi millenari di borjomi incendiati dalle bombe incendiarie… non è cattiveria questa?

    Mi piace

  3. “Dai russi derubate, distrutte, tutte le installazioni militari in georgia.”

    così – per almeno qualche mese – al signor Saakashvili ed ai suoi mentori va via la voglia di riprovarci

    russi cattivi, chiaro.
    come i cinesi, gli iraniani, i cubani, i serbi, i nordcoreani… hanno qualcosa in comune: nessuno dei loro Paesi fa parte della NATO

    Mi piace

  4. “Dai russi derubate, distrutte, tutte le installazioni militari in georgia.”

    Heh sì, hai ragione… proprio dei cattivoni questi russi.
    Come nel ’41 – ’45, quando, assieme agli Alleati, hanno derubato e distrutto tutte quelle installazioni tedesche in Germania…

    Ma perchè mai l’avranno fatto…?
    Secondo me è cattiveria pura…

    Mi piace

  5. Dai russi derubate, distrutte, tutte le installazioni militari in georgia.

    Tranquilli che tanto gli americani ve le ricomprano un’altra volta. Ho letto che negli ultimi anni avete ricevuto più di due miliardi di dollari di aiuti militari, inopinatamente persi in buona parte nel giro di soli dieci giorni. Secondo te Vladimir, tutti disinteressati questi aiuti? Non vi sembra di essere il cane da guerra di qualcun’altro?

    La cosa che fa più male sono dei boschi millenari di borjomi incendiati dalle bombe incendiarie… non è cattiveria questa?

    Se è come dici si. Purtroppo è a buon mercato ma non è una scusa.

    Su wikipedia ho trovato:

    The Baku-Tbilisi-Ceyhan Pipeline skirts the edge of this National Park and crosses its watershed.[1] The decision to run the BTC Pipeline near this pristine region drew considerable ire from environmental groups who allege that a leak could disrupt the Borjomi ecosystem. These groups also point out that the area is a source of frequent landslides that could increase the chance of a breach of the pipeline. They also allege that simply building a pipeline in this region will have a negative effect on sales of Borjomi mineral water. Mineral water makes up a significant portion of Georgia exports.[2] An international firefighting effort is being organized to combat wildfires that have erupted near the park – particularly around the pipeline. These may or may not have a connection to the August 2008 Russian military incursions into the area.

    Sicuro che non sia un’altra delle menzogne di guerra? Io la prendo con riserva, se permetti.

    ——-

    Comunque la Georgia sembra un posto bellissimo, l’anno prossimo forse mi organizzo per venirci. Saakashvili permettendo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.