Noble Midas 2007 e 2008

Dal 27 settembre al 12 ottobre 2007, con un congruo anticipo sullo svolgimento dei fatti, la NATO ha condotto manovre militari basate sullo scenario di un conflitto in un regione dei Balcani sull’orlo della guerra civile. Chiaro riferimento alla neoindipendente provincia del Kosovo, autodichiaratasi tale unilateralmente lo scorso 17 febbraio 2008. L’esercitazione, denominata Noble Midas 2007, si è svolta nel mare Adriatico ed in Croazia, con la partecipazione di 2.000 militari su 30 fra navi e sommergibili e 20 aerei.
Il contrammiraglio Alain Hinden, comandante francese delle manovre, ha dichiarato che le manovre erano state impostate già da anni per apportare un intervento di “assistenza umanitaria” targato ONU (e NATO) nei Balcani od anche in una qualsiasi altra area del mondo. Il comandante Cunningham, ufficiale a bordo della Illustrious di Sua Maestà Britannica, ha invece sottolineato che “un’integrazione delle forze NATO a questo livello semplicemente mai era avvenuta in precedenza”.
E quest’anno si replica: quindici paesi della NATO parteciperanno dal 26 settembre al 10 ottobre all’esercitazione navale Noble Midas 2008 nel Mediterraneo centrale. Pianificata dal Comando Alleato JFC di Napoli, l’esercitazione sarà condotta dal quartier generale della Componente Marittima Alleata (CC-MAR Napoli). L’obiettivo è l’addestramento delle forze navali che saranno assegnate nel 2009 alla Forza di Risposta NATO (NRF).
Noble Midas 2008 coinvolgera’ circa 3.800 militari, più di 30 navi e quattro sottomarini, supportati da aerei ed elicotteri. Parteciperanno forze di 10 Paesi NATO (Bulgaria, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Romania, Spagna, Turchia, Stati Uniti d’America). Belgio, Estonia, Norvegia, Olanda e Polonia saranno rappresentati o forniranno personale all’esercitazione. Tre paesi del Partenariato per la Pace – Albania, Croazia ed Ucraina – saranno presenti con osservatori.

3 thoughts on “Noble Midas 2007 e 2008

  1. dalle agenzie di stampa:

    Roma, 26 set. (Apcom) – Quindici paesi della Nato partecipano da oggi al 10 ottobre all’esercitazione navale annuale Noble Midas 08 (NMS 08) nel Mediterraneo Centrale. L’esercitazione coinvolge circa 3.800 militari, più di 30 navi – comprese le quattro forze Navali Permanenti della Nato – e cinque sottomarini, supportati da aerei ed elicotteri, che si addestreranno insieme in uno scenario di ‘Risposta ad una Crisi’, in cui la Nato viene incaricata dalle Nazioni Unite a schierare una capacità di reazione immediata all’interno e nelle vicinanze di un paese fittizio.
    La NMS08, si apprende da un comunicato, è condotta sotto la responsabilità dell’ammiraglio di Squadra Maurizio Gemignani, comandante del Comando Alleato Componente Marittima Napoli. Le unità navali che partecipano all’esercitazione si sono riunite nei giorni scorsi nei porti di Civitavecchia, Catania ed Augusta per partecipare a riunioni preparatorie.
    Dieci paesi Nato forniscono le proprie forze per l’esercitazione: Bulgaria, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Romania, Spagna, Turchia, Stati Uniti d’America. Ma ad essere rappresentati saranno anche altri paesi Nato, come Belgio, Estonia, Norvegia, Olanda, Polonia, mentre tre paesi del Partenariato per la Pace (Albania, Croazia ed Ucraina) sono presenti con osservatori.
    L’obiettivo primario di NMS 08 è addestrare le forze marittime che saranno assegnate nel 2009 alla Forza di Risposta della Nato (NRF) per il suo dodicesimo avvicendamento (NRF12).
    L’esercitazione consentirà al vice comandante delle Forze Navali d’Intervento e Supporto Nato (DCOMSTRIKFORNATO), il contrammiraglio Chris A. Snow, della Marina britannica, in qualità di comandante designato della Componente Marittima di NRF 12, di verificare la piena interagibilità dei gruppi e delle unità di intervento e la loro preparazione a partecipare ad operazioni che rientrano nelle missioni della NRF.

    "Mi piace"

  2. riguardo la NRF si veda:
    https://byebyeunclesam.wordpress.com/2008/10/16/nato-response-force/

    Nato, l’esercitazione navale Noble Midas 08

    Napoli – L’esercitazione navale annuale Noble Midas 08 (NMS 08) si è svolta dal 26 settembre al 10 ottobre nel Mediterraneo centrale. Vi hanno partecipato 15 nazioni Nato e si è conclusa con valutazione iniziale dei risultati fatta dai comandanti marittimi nella baia di Souda a Creta.
    NMS 08 è stata diretta dal comando della Componente marittima alleata Napoli (CC-MAR Napoli), sotto la guida dell’ammiraglio di squadra Maurizio Gemignani. Lo scopo principale era addestrare le forze marittime che saranno assegnate alla Forza di risposta Nato (NRF) nel 2009, in occasione del suo 12° avvicendamento.

    Circa 3.800 militari, oltre 30 navi – comprese le quattro forze navali permanenti Nato – e cinque sottomarini, supportati da aerei ed elicotteri, si sono addestrati in uno scenario operativo di risposta a una crisi in cui alla Nato era stato richiesto dalle Nazioni Unite di schierare una forza di reazione immediata all’interno e nelle vicinanze di un paese fittizio. Lo scenario si è rivelato valido e impegnativo e ha tenuto impegnate le unità navali in mare per 13 giorni consecutivi. Una équipe di esperti di comunicazione mediatica proveniente da diversi paesi e settori di competenza ha contribuito all’esercitazione, creando la cornice informativa a supporto degli eventi simulati.

    La forza d’intervento ha raggiunto tutti gli obiettivi dell’addestramento, con piena soddisfazione del contrammiraglio Chris A. Snow, della Marina britannica, vice comandante delle Forze navali d’intervento e supporto Nato, comandante designato della componente marittima di NRF 12: “Noble Midas è stata fondamentale per preparare il mio staff e i miei comandanti del gruppo di intervento a far parte della NRF l’anno prossimo. E’ stato un addestramento molto valido, e sono rimasto molto colpito dalla professionalità di tutti i partecipanti. Ci sentiamo pronti ad affrontare qualsiasi sfida durante il nostro turno di NRF” ha commentato l’ammiraglio.

    Durante l’esercitazione, le fregate Drazki (Bulgaria) e Regele Ferdinand (Romania) sono state sottoposte a ‘conferma’, il riconoscimento ufficiale che le forze dichiarate assegnate alla Nato corrispondono agli standard militari previsti e sono quindi in grado di svolgere le loro missioni. “Abbiamo lavorato davvero sodo negli ultimi due anni, per dimostrare le nostre capacità nel competere con gli altri. Sono molto orgoglioso di essere qui come persona e per la mia carriera. Sono certo che gli altri 202 membri dell’equipaggio condividono gli stessi sentimenti”, ha affermato il capitano di fregata Marian Sauulesc, comandante della Regele Ferdinand.

    A conferma del realismo dell’addestramento, durante le attività dei dragamine dei gruppi navali permanenti Nato è stato scoperto nel golfo di Taranto il relitto di un vecchio aereo, probabilmente uno Junkers JU 88.

    Altro aspetto importante dell’esercitazione è stata l’applicazione delle procedure Nato di cooperazione e guida alla navigazione (Ncags), il sistema attraverso il quale la Nato divulga informazioni agli armatori, agli operatori marittimi e a capitani e ufficiali di navi mercantili. Il sistema consente l’interazione tra forze navali militari e naviglio commerciale per ottenere vantaggi reciproci, tra cui maggiore sicurezza e ritardi minori quando le navi mercantili transitano in zone operative militari. E’ stato inoltre utilizzato anche il sistema inter-alleato d’informazioni nautiche (Awnis), che fornisce un servizio d’informazioni relative alla sicurezza della navigazione alle navi militari ed a quelle mercantili.

    All’esercitazione hanno partecipato forze di dieci paesi Nato (Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Italia, Regno Unito, Romania, Spagna, Stati Uniti d’America, Turchia). Altri paesi Nato (Belgio, Estonia, Norvegia, Olanda, Polonia) sono stati rappresentati tramite il loro contributo alle forze navali permanenti Nato o allo staff all’esercitazione. Tre paesi del Partenariato per la Pace (Albania, Croazia e Ucraina) hanno partecipato con undici osservatori, imbarcati su diverse navi.

    http://www.paginedidifesa.it/2008/pdd_081035.html

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.