Iniziative (poco) bulgare

L’Euro-Atlantic Education Initiative (EAEI) è un Organizzazione non governativa con sede a Sofia in Bulgaria, apolitica e senza scopo di lucro, la cui finalità è quella di promuovere programmi educativi, incontri a livello di Ong, spazi di discussione e seminari sui processi di integrazione euro-atlantica e le prospettive regionali riguardo la sicurezza. Sostenendo l’azione della Bulgaria quale membro della NATO (e dell’Unione Europea), essa lavora per rafforzare la cooperazione transatlantica nell’area balcanica.
Insieme al Centro Informazioni della NATO a Sofia – la più importante struttura di intelligence statunitense presente nella “Nuova Europa” – ed all’Associazione del Trattato Atlantico, l’EAEI ha avviato un Forum sulla Sicurezza nell’Europa Centrale e Sud-Orientale denominato Balkan Mosaic. L’ambizioso progetto, che si avvale della collaborazione offerta dai Ministeri degli Esteri norvegese e danese – chissà perché proprio loro – configura un quadro di dibattito e cooperazione che raccoglie Paesi già membri NATO come la Bulgaria stessa e la Romania, altri di nuova o prossima adesione (Croazia, Albania e Macedonia) ed infine la Bosnia, il Montenegro e la Serbia. Il quinto incontro del Balkan Mosaic si è tenuto lo scorso febbraio, sempre a Sofia, in un momento cruciale per l’area balcanica, pochi giorni prima della dichiarazione unilaterale di indipendenza del Kosovo, con il vertice NATO di Bucarest già alle porte. L’allargamento della NATO e la capacità dei Paesi aspiranti all’adesione di soddisfare i criteri stabiliti dal relativo Piano d’Azione sono stati gli argomenti discussi quali opportunità di sviluppo per la “stabilità” a lungo termine della regione. Al dialogo hanno partecipato sia esponenti politici, in rappresentanza di partiti con diversi orientamenti, che responsabili delle Ong, tutti accomunati dalla giovane età.
Quale tutrice delle iniziative euro-atlantiche nei Balcani, emerge la figura di Avgustina K. Tzvetkova. Presidente di Balkan Mosaic oltre che di EAEI, nonché membro di varie altre fondazioni più o meno caritatevoli (ma plausibilmente sostenute dai dollari statunitensi), la dott.ssa Tzetkova vanta una significativa esperienza in campo giornalistico iniziata in tempi antecedenti al crollo del Muro di Berlino ed una recente negli apparati d’intelligence nazionali. Ella risulta, inoltre, membro fondatore del Club Atlantico di Bulgaria nel 1991 e della Gioventù Euro-Atlantica bulgara nel 1995. Un bel curriculum davvero, coronato dalla partecipazione ad un programma di formazione sulla gestione delle Organizzazioni non governative promosso dal… Dipartimento di Stato USA.

Qui, tanto per farsi un’idea, un breve resoconto della conferenza internazionale organizzata dall’EAEI presso l’Hotel Sheraton di Sofia, lo scorso 26 settembre, che ha avuto quale argomento “costi e benefici dell’appartenenza alla NATO”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.