4 thoughts on “Infòrmati, Silvio!

  1. qualche tempo fa in Italia un personaggio-comico famoso aveva speso parole in merito dicendo che nelle basi di Aviano e di Ghedi torre ne esistono ben 90 per poi essere smentito (falsamente) a Matrix. dico falsamente visto che è stata tracciata da altri una mappa dei depositi nucleari in europa tra cui spiccano quelle già citate

    http://www.fas.org/blog/ssp/2008/06/us-nuclear-weapons-withdrawn-from-the-united-kingdom.php

    ad oggi ne ritorna a parlare nel suo blog spiegando la preoccupazione più che altro dei vicini Svizzeri, del pericolo che corrono se dovvesse avvenire un incidente nucleare

    ma la cosa che mi stranizza di più è il fatto che comunque una nazione, secondo quanto dichiarato in un intervista fatta da rainews al vice segretario generale Guy Roberts nel 2007e secondo la traduzione con il mio inglese siculo – maccheronico, pare possa decidere più o meno di tenere armi nelle proprie basi per cui Canada e Grecia si sono astenuti e anche la Germania ha portato il problema in parlamento

    http://www.rainews24.it/ran24/rainews24_2007/inchieste/04042007_atomiche/default_eng.asp

    L’italia se le tiene anche perchè pare possa prendere il controllo delle stesse secondo un accordo sottoscritto durante il periodo della guerra fredda.
    c’è da chiedersi di chi bisogna realmente avere paura
    e mentendo spudoratamente davanti a tutti il nostro premier ci rende ancora oggetto di scherno davanti agli altri paesi.
    ringraziamo sentitamente!

    "Mi piace"

  2. Il Pentagono conferma che Italia dispone di bombe nucleari. Cosa dice il governo italiano?
    di Manlio Dinucci
    http://www.voltairenet.org/article164879.html

    Già si sapeva – da un rapporto dell’associazione ambientalista americana Natural Resources Defense Council [1] – che gli Stati uniti mantengono in Italia 90 bombe nucleari: 50 ad Aviano (Pordenone) e 40 a Ghedi Torre (Brescia). Altre circa 400 sono dislocate in Germania, Gran Bretagna, Turchia, Belgio e Olanda. Sono bombe tattiche B-61 in tre versioni, la cui potenza va da 45 a 170 kiloton (13 volte maggiore di quella della bomba di Hiroshima).

    Le bombe sono tenute in speciali hangar insieme ai caccia pronti per l’attacco nucleare: tra questi, i Tornado italiani che sono armati con 40 bombe nucleari (quelle tenute a Ghedi Torre). A tal fine, rivela il rapporto, piloti italiani vengono addestrati all’uso delle bombe nucleari nei poligoni di Capo Frasca (Oristano) e Maniago II (Pordenone).

    Ora ciò viene confermato ufficialmente, per la prima volta, nel Nuclear Posture Review 2010 [2], dove si afferma che «i membri non-nucleari della Nato posseggono aerei specificamente configurati, capaci di trasportare armi nucleari». Lo conferma anche il governo italiano, ammettendo così di violare il Trattato di non-proliferazione? Oppure dichiara che il Pentagono dice il falso?

    ==

    [1] U.S. Nuclear Weapons in Europe. A review of post-Cold War policy, force levels, and war planning, NRDC, 2005. Pdf.
    [2] Nuclear Posture Review 2010, US Department of Defense, Avril 2010. Pdf.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.