MUOS e HAARP, possibili connessioni?

Al convegno regionale del 12 giugno, la Campagna per la smilitarizzazione di Sigonella presenterà le conclusioni di uno studio sulle possibili connessioni tra il programma MUOS e le cosiddette “guerre climatiche ed ambientali”. «Crediamo che sino ad oggi non sia stata data la giusta attenzione alle analogie esistenti tra il MUOS e il cosiddetto “HAARP – High Frequency Active Auroral Research Program”, il supersegreto Programma di Ricerca Attiva Aurorale con Alta Frequenza che dal 1994 l’US Air Force e la US Navy portano avanti dalla base di Gakona (Alaska), 200 km a nord-est del Golfo del Principe Guglielmo», affermano i rappresentanti della Campagna. «In questa grande infrastruttura sono state installate centinaia di antenne che trasmettono in “banda bassa” (da 2,8 a 7 MegaHerz) e “banda alta” (da 7 fino 10 MegaHerz), cioè lo stesso range delle frequenze del MUOS. Stando al Pentagono, lo scopo di questa installazione sarebbe quello di studiare la ionosfera per migliorare le telecomunicazioni, ma sono numerosi gli scienziati che denunciano che con il programma HAARP, gli Stati Uniti, al di fuori di ogni controllo internazionale, stanno creando nuove armi geofisiche integrali che possono influenzare gli elementi naturali con onde radio ad alta frequenza». Oltre ad interferire sulle comunicazioni radio, televisive e radar, le antenne HAARP possono influenzare i circuiti elettrodinamici delle aurore, consistenti in una corrente naturale di elettricità che varia da 100 mila ad 1 milione di megawatt. In questo modo è possibile utilizzare il vento solare per danneggiare i satelliti e le apparecchiature installate sui sistemi missilistici nemici. Secondo il fisico indipendente Corrado Penna, da anni impegnato nel denunciare il controverso fenomeno delle scie chimiche, «è forte il sospetto che il sistema di antenne del MUOS possa servire anche per fini non dichiarati di modificazione ambientale in sinergia con il sistema HAARP dislocato in Alaska. La modificazione ambientale realizzata attraverso l’uso di forti campi elettromagnetici e scie chimiche è responsabile di alcuni disastri recenti. Sappiamo con certezza che queste tecnologie possono servire a causare terremoti o altri disastri naturali (siccità, uragani, inondazioni, ecc.), sia indirizzando le emissioni sul nucleo della terra (influendo così sul magnetismo terrestre), sia indirizzandole sulla ionosfera».

Da Niscemi sotto la spada di Damocle del MUOS, di Antonio Mazzeo.

10 thoughts on “MUOS e HAARP, possibili connessioni?

  1. e ci si perde sulle sanzioni all’Iran e sulle bombe nucleari che un paese detiene… a confronto tutto sembra polvere!!!

    se fosse accertata una possibile connessione tra Muos con il sistema HAARP di Gakona (e ad oggi haimè motivi per dimostrare il contrario non c’è ne sono ) siamo davanti alla prova che il mondo è veramente sotto controllo americano. gli stati servili: piccole riserve di quell’umanità in via di estinzione…. non è un caso che oramai tutti i paesi atlantisti non hanno più un identità propria, si è perso tutto il valore alla patria il senso di appartenza…c’è l’hanno rubato… quindi o aspettiamo l’arrivo del superman di turno (perchè tutto sembra tratto pari pari dal miglior copione di un film holliwoodiano) per trarci in salvo dalle spericolate manie di conquista di lex loutor o ci si tira fuori e cominciare a far valere la propria sovranità sul proprio paese…e magari cominciare a prenderli un po a calci….

    Stasera al convegno regionale di Niscemi si scrive un pezzo di storia possiamo decidere che sia fatalista o per il cambiamento…

    "Mi piace"

  2. Pingback: HAARP in Alaska,LOIS in Südschweden und nun MUOS in Sizilien ? « lupo cattivo – gegen die Weltherrschaft

  3. Pingback: Hat der 3. WELTKRIEG schon begonnen und wir haben’s nicht bemerkt? | arche2011

  4. cito testuali parole: “In questo modo è possibile utilizzare il vento solare per danneggiare i satelliti e le apparecchiature…”

    MA CHE STUPIDAGGINI (PER NON DIRE PEGGIO) SCRIVE ANTONIO MAZZEO????
    ma lo capite che vi state prendendo per i fondelli a vicenda??? utilizzare il vento solare….uhahahahahahahahahah….qualsiasi professore di fisica si farebbe un incredibile risata….XD

    e poi il supersegreto progetto HAARP, che di segreto non ci vedo nulla dato che lo sanno tutti ed è stato spiattellato su tutte le riviste,…
    basta con queste stupidaggini…alimentate un fuoco che non esiste mettendo di volta in volta delle stupidaggini enormi….aprite gli occhi e non fatevi intimorire da chi sembra preparato e alla fine non lo è…

    "Mi piace"

  5. e poi un ultima cosa…

    se siete contro il MUOS siete liberissimi di esserlo, e forse anche io potrei pensarla allo stesso modo…
    ma usare argomenti e descrizioni fantastiche di questo tizio, solo per far aumentare la preoccupazione degli abitanti e avere più presa sulla popolazione è una cosa che mi urta profondamente….

    sono parole di un giornalista che parla di alieni, ufo e misteri americani…e lo strafamosissimo fisico da lui mensionato è un altro tizio che si occupa di questi tipi di argomenti come per esempio il caso sulle scie chimiche secondo cui i nostri governi ci avvelenano…

    quindi…APRITE GLI OCCHI!

    "Mi piace"

  6. io ho sempre odiato il pulpito, mi servo di tastiera e un misero computer…
    predico la libertà di pensiero, ma l’utilizzo di disinformazione per atterrire le persone è una cosa che mi dispiace, e non poco.

    "Mi piace"

  7. Pingback: HAARP in Alaska,LOIS in Südschweden und nun MUOS in Sizilien ? - lupo cattivo – gegen die Weltherrschaft

  8. Pingback: HAARP in Alaska,LOIS in Südschweden und nun MUOS in Sizilien ? | lupo cattivo – gegen die Weltherrschaft

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.