“Addestratori… nell’ambito della stessa squadra”

Roma, 20 aprile – “Il governo italiano ha dato la disponibilità per inviare 10 addestratori militari in aiuto agli insorti contro Gheddafi in Libia”. A darne l’annuncio è il ministro della Difesa Ignazio La Russa, al termine dell’incontro con il suo omologo britannico Liam Fox.
“Il numero dei nostri addestratori – sottolinea La Russa – è pari a quello garantito dal governo britannico”. Parlando del ruolo dell’Italia nella crisi libica, La Russa spiega che ”agiamo con compiti diversi ma nell’ambito della stessa squadra, la NATO”. Fra i compiti in precedenza assegnati all’Italia, La Russa ne aggiunge due, riguardanti ”il rifornimento in volo degli aerei britannici” e ”l’estensione della capacità d’accoglienza degli assetti militari nelle nostre basi NATO”.
(Adnkronos)

“Non credo che saranno carabinieri”…
Roma, 21 aprile – ”Ho letto dei timori legati al fatto che possano essere 10 i consiglieri militari, ma quelli che l’Italia invierà in Libia non sono consiglieri militari ma istruttori e questo non ha niente a che vedere con i consiglieri, né con coloro che accompagnano nelle attività operative”. A dirlo il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, rispondendo ai cronisti a margine delle celebrazioni del 2764° Natale di Roma.
La Russa ha tenuto a precisare che ”sono semplicemente istruttori militari, cioè persone che hanno nozioni di come un soldato deve muoversi e deve usare gli strumenti che sono a sua disposizione, né più né meno”. Rispondendo alla domanda se si tratterà di carabinieri, La Russa ha detto che ”non è necessario che siano carabinieri perché loro addestrano soprattutto persone che hanno un doppio ruolo, militare e di polizia. Qui non si tratta di addestrare gente con compiti di polizia ma militari, quindi non credo che saranno carabinieri”. La Russa, in merito alla data di partenza di questi uomini, ha sottolineato che ”é troppo presto per dirlo, sono passate appena 24 ore dalla decisione”.
(ASCA)

2 thoughts on ““Addestratori… nell’ambito della stessa squadra”

  1. intanto Obama si rattrista per i giornalisti morti a Misurata.
    manco una parola, invece, per i civili libici ammazzati dalle bombe intelligenti made in NATO…

    (ASCA-AFP) – Palo Alto, 21 apr – Barack Obama si e’ detto ”rattristato” per l’uccisione dei due giornalisti in Libia. Il presidente Usa ha anche espresso ”profonda preoccupazione” per gli altri due reporter feriti nello stesso attacco in cui hanno perso la vita Tim Hetherington e Chris Hondros. ”Le tragiche morti sottolineano la necessita’ di proteggere i giornalisti che coprono i conflitti nel mondo”, ha detto il portavoce della Casa Bianca Jay Carney. I due reporter sono rimasti uccisi ieri nell’esplosione di un colpo di mortaio lungo Tripoli Street, la strada principale di Misurata, citta’ presa d’assedio dalle forze del regime di Muammar Gheddafi. Si tratta di Chris Hondros (41 anni, fotogiornalista dell’agenzia Getty e finalista per l’edizione 2004 del premio Pulitzer) e di Tim Hetherington (41 anni, regista con una nomination all’Oscar e fotogiornalista di Vanity Fair), deceduto a causa dell’esplosione.

    "Mi piace"

  2. I giornalisti con le attuali possibilità della comunicazione hanno molte responsabilità nella gestione delle informazioni. Alcuni, spesso sostengono e aiutano i governi (anche lui, Obama), le guerre, le aggressioni/esportazioni di democrazia ecc., utilizzando anche (come abbiamo visto più volte, purtroppo) false foto e reportage . E’ normale, quindi, che il presidente si commuova più per loro che per i civili (certo, non sono neppure militari!!).

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.