Austere Challenge 12

“Saranno le esercitazioni più imponenti della storia dell’alleanza militare tra Stati Uniti d’America ed Israele e vedranno schierati decine di batterie missilistiche, cacciabombardieri, tank, sistemi radar, unità navali e migliaia di soldati provenienti dai reparti d’élite dei due Paesi. Da fine gennaio in poi, ogni giorno potrebbe essere quello buono per l’avvio di Austere Challenge 12, il war game che rischia d’inasprire ulteriormente le tensioni politiche nella regione mediorientale. L’annuncio arriva una decina di giorni dopo le grandi manovre navali iraniane nello Stretto di Hormuz, conclusesi con il lancio sperimentale di tre missili a breve e medio raggio; Washington e Tel Aviv negano però, con non poca ambiguità, che l’esercitazione congiunta sia indirizzata contro Teheran. “Lo scenario comprenderà aventi simulati e addestramenti nel campo e non è una risposta ad alcuna situazione odierna”, ha spiegato un portavoce militare israeliano all’agenzia France Press. “Il comando delle forze armate USA in Europa, Eucom, e le forze armate israeliane conducono periodicamente esercitazioni in Israele, nel quadro di una lunga e stabile partnership strategica, finalizzate a migliorare i loro sistemi difensivi”.
Nel corso di Austere Challenge 12 sarà testato il funzionamento di “sistemi multipli di difesa aerea contro l’arrivo di missili e razzi” e, secondo il Jerusalem Post (che ha citato il generale USA Frank Gorenc, comandante del Third Air Force), più che di un’esercitazione si tratterà di un vero e proprio “dislocamento” di reparti e unità navali statunitensi in Israele. “Mentre le truppe USA stazioneranno nel Paese per un tempo non specificato, personale militare israeliano sarà distaccato in Germania presso il Comando delle forze armate USA in Europa”, aggiunge il quotidiano.”

USA e Israele alle grandi manovre, obiettivo Teheran di Antonio Mazzeo continua qui.

[Per visualizzare bene la vignetta di Carlos Latuff inserita a corredo, cliccarci sopra]

9 thoughts on “Austere Challenge 12

  1. antonio mazzeo, scrive un sacco di stronzate, e secondo, le esercitazioni, spesso e volentieri, gli israeliani, le fanno, a decimomannu, in sardegna………

  2. e quali sarebbero queste stornzate?
    se ce lo spieghi, ti perdoniamo il linguaggio da galantuomo (o gentildonna che tu sia).

    e magari, se ci riesci, puoi provare anche a confutare quanto scrive Michel Chossudovsky:
    La guerra in Iran: l’invio di migliaia di soldati degli Stati Uniti in Israele, l’integrazione delle strutture di comando israelo-statunitensi
    http://www.eurasia-rivista.org/la-guerra-in-iran-linvio-di-migliaia-di-soldati-degli-stati-uniti-in-israele-lintegrazione-delle-strutture-di-comando-israelo-statunitensi/12955/

  3. gentildonna, prego, la famosa bufala dei global hawk, a decimomannu, ad esempio, ancora aspetto smentita, da parte sua, e ancora aspetto, le cosidette fonti autorevoli……………… da cui dice di aver appreso la notizia……….

  4. non solo l’austere è stata cancellata, il 15 gennaio, di quest’anno, e non solo non invieranno più, i 9000, o quanti erano i militari statunitensi, in israele, ma pare pure, che tra i 2, non scorra più buon sangue, sarà per questo che israele, sta pensando di disfarsi, del suo amichetto OBAMA?

  5. “La grande esercitazione missilistica era stata programmata in origine per la scorsa primavera, ma su richiesta del governo di Tel Aviv il Pentagono ha poi deciso di posticiparla per l’autunno. Non sono mai state spiegate le ragioni del rinvio, ma diversi commentatori hanno posto l’accento sulle tensioni sorte tra l’amministrazione Obama e Israele relativamente alle reiterate minacce di attacco contro potenziali “obiettivi nucleari” in Iran, fatte in questi mesi dai comandi delle forze armate israeliane. “Dopo che è stato deciso di spostare l’esercitazione – ha spiegato il portavoce di US Air Force in Europa, capitano John Ross – gli Stati Uniti hanno notificato ad Israele che a causa delle operazioni militari in corso, verrà messo a disposizione per Austere Challenge un numero minore di uomini e di equipaggiamenti di quello che era stato predisposto originariamente”. In effetti, a gennaio, la stampa statunitense aveva preannunciato l’invio in Israele di più di 5.000 militari Usa. Nonostante la riduzione dei militari che parteciperanno ai nuovi giochi di guerra in Medio Oriente, è stato previsto che Austere Challenge comporterà la spesa finale di 38 milioni di dollari circa, 30 dei quali saranno messi a disposizione da Washington. Una follia in tempi di crisi economica globale.”

    Da Le grandi manovre d’autunno di Stati Uniti ed Israele, di Antonio Mazzeo
    http://antoniomazzeoblog.blogspot.it/2012/10/le-grandi-manovre-dautunno-di-stati.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...