Droni, droni e ancora droni

“Droni, droni e ancora droni. Sarà intensissimo, in estate, il via vai di aerei militari senza pilota sui cieli siciliani. Decine di decolli ed atterraggi nella base USA e NATO di Sigonella che faranno impazzire il traffico aereo nel vicino scalo civile di Catania Fontanarossa. Grandi aerei spia del tipo Global Hawk e i Predator e i Reaper carichi di bombe e missili che sorvoleranno l’isola e solcheranno i mari, pregiudicando la sicurezza dei voli e delle popolazioni.
Le notificazioni ai piloti di aeromobili (NOTAM) emesse lo scorso 4 giugno lasciano presagire tragici scenari di guerra in Siria e nell’intero scacchiere mediterraneo e mediorientale. Tre riguardano lo scalo di Fontanarossa e sono distinti dai codici B4048, B4049 e B4050. Impongono la sospensione delle procedure strumentali standard nelle fasi di accesso, partenza e arrivo degli aerei, tutti i giorni sino al prossimo 1 settembre, “causa attività degli Unmanned Aircraft”, i famigerati aerei senza pilota in dotazione alle forze armate statunitensi e italiane. “Le restrizioni sopra menzionate verranno applicate su basi tattiche dall’aeroporto di Catania”, specificano i NOTAM. Che le operazioni dei droni riguardino la stazione aeronavale di Sigonella, lo si apprende da un altro avviso, codice M3066/12, che ordina la sospensione di tutte le strumentazioni standard al decollo e all’atterraggio nel Sigonella Airport, dal 4 giugno all’1 settembre 2012, “per l’attività di Unmanned Aircraft militari”. Il grande scalo delle forze USA e NATO subirà inoltre “restrizioni al traffico aereo”, nei giorni 19 e 20 giugno, per una vasta esercitazione aeronavale nel Mediterraneo. Gli ennesimi giochi di guerra alleati che potrebbero annunciare l’attacco finale al regime di Assad.”

Invasione di droni nei cieli della Sicilia, di Antonio Mazzeo continua qui.

Annunci

7 thoughts on “Droni, droni e ancora droni

  1. Avremmo un target, ora.

    Mesi fa avevo scritto anch’io del pericolo Droni per la nostra aviazione civile e in quel momento pensavo all’Itavia.
    Certo si fidano molto di quei tipi sulle poltrone Frau che guidano gli aeroplanini di morte. Errori umani, guasti tecnici ed altre amenità faranno degli aeroporti del Sud una zona di guerra in tempo di pace. Eccezionale! grazie governi italiani, grazie americani, grazie nato, grazie governanti regionali e comunali.

  2. Salve a tutti. sono un nuovo lettore. Vi ho scoperto ricercando testi di Jihn Kleeves. Come indica il mio nome sono American d’origini Italiane. Scusate per il mio Italiano scadente. Volevo soltanto condividere con il forum un testo ed un sito interessantissimi, in Inglese per chi lo legge, anche se fuori tema per questo articolo. Spero che i lettori (almeno quelli che sanno l’Inglese) e l’autore traghino benefici di cio che segue.

    Il primo e’ un pdf di un libro titolato A CENTURY OF WAR: ANGLO-AMERICAN OIL POLITICS AND THE NEW WORLD ORDER scritto da F.William Engdahl, ricercatore e giornalista Tedesco-Americano. Eccolo qui:

    http://www.takeoverworld.info/pdf/Engdahl__Century_of_War_book.pdf

    Inoltre, il sito di quest’ultimo trovabile qui:

    http://www.engdahl.oilgeopolitics.net/

    A presto.

  3. http://italian.ruvr.ru/2013_02_08/Il-neodirettore-della-CIA-e-stato-definito-criminale-di-guerra/
    da questo articolo :

    Gli Usa hanno utilizzato i droni in Pakistan, Yemen, Sudan, Somalia, ossia in paesi con cui non sono in stato di guerra.
    L’organizzazione pubblica britannica “Bureau of Investigative Journalism” (BIJ) afferma che la CIA mente dicendo che la popolazione civile quasi non risente di “stragi” ad opera dei droni. Secondo i suoi calcoli, nel corso dei simili attacchi solo durante la presidenza di Obama sono morte da 550 a 1200 persone innocenti che per caso si trovavano accanto ai bersagli principali e che, a proposito, nessun tribunale ha giudicato come terroristi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...