Il ministro Severino deciderà a sua discrezione

Ci scappa da ridere…

Roma, 19 settembre – Con le condanne definitive pronunciate oggi dalla Cassazione nei confronti dei 23 agenti CIA imputati per il sequestro di Abu Omar, torna alla ribalta il nodo della loro estradizione. Una richiesta in tal senso non è stata avanzata dai precedenti ministri della Giustizia e, molto probabilmente, il guardasigilli Paola Severino si troverà a breve a valutare la questione.
L’iter procedurale non è particolarmente breve: dalla Suprema Corte, tra stasera e domani, verrà inviato alla procura generale di Milano il fax con il dispositivo della sentenza, per la cui esecutività si muoveranno i magistrati milanesi. Saranno loro, dunque, che presumibilmente torneranno a sollecitare l’estradizione dei 23 agenti dagli Stati Uniti. Il ministro, da parte sua, stando a quanto prevede il codice di procedura penale, deciderà a sua discrezione se inoltrare o meno la richiesta.
(AGI)

Annunci

5 thoughts on “Il ministro Severino deciderà a sua discrezione

  1. Estradati? Gli USA mica sono tonti come noi che mettiamo in mano agli indiani i marò! Sento già il rumore delle pernacchie da oltreoceano.

    Mi piace

  2. “Saranno loro, dunque, che presumibilmente torneranno a sollecitare l’estradizione dei 23 agenti dagli Stati Uniti. Il ministro, da parte sua, stando a quanto prevede il codice di procedura penale, deciderà a sua discrezione se inoltrare o meno la richiesta.”
    Non li estraderanno mai, questo è certo. Alcuni esmpi: Cermis, 3 febbraio 1998, un aereo nordammericano taglia di netto, con l’ala, la fune della funivia…20 morti!
    I pubblici ministeri italiani richiesero di processare i quattro marine in Italia, “ma il giudice per le indagini preliminari di Trento ritenne che, in forza della Convenzione di Londra del 19 giugno 1951 sullo statuto dei militari NATO, la giurisdizione sul caso dovesse riconoscersi alla giustizia militare statunitense.”
    Potrei citare altri esempi, mi limiterò a ricordare “l’incidente” occorso a Giuliana Sgrena sulla strada per l’areoporto di Bagdad, quando, per un “tragico errore” il mitragliere, caporale Lozano Mario, sparò una sventagliata contro la macchina che li trasportava e uccise Nicola Callipari…..non ricordo cosa successe all’autista. Il tiratore assassino non fu mai estradato…Così è (se vi pare)
    Saluti

    Mi piace

  3. Pingback: Colonia Italia | ICTUMZONE

  4. Pingback: Colonia Italia puntata n. ? | Informare per Resistere

  5. Pingback: Colonia Italia puntata n. ? | cogito ergo sum…penso dunque sono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...