La “formula Mattei”

Enrico Mattei, 29 Aprile 1906 – 27 Ottobre 1962.

Annunci

5 thoughts on “La “formula Mattei”

  1. Usraele ha capito che stava per essere tagliata fuori e con la complicità dei traditori della Patria l’ha fatto fuori….
    Adesso con Monti &accoliti stanno completando l’opera di schiavizzazione.
    Riusciremo a salvarci ?

    Mi piace

  2. Caro Gianni. Il nostro popolo è quello che ha iniziato la guarre con una nazione per concluderla contro la stessa. Gladiatori (La Gladio) tanto intelligenti da pensare davvero di fare della lotta anticomunista e non mettersi invece soltanto al soldo di biechi interessi economici e di arricchimento. Pensi sia così difficile corrompere un italiano? La scena politica nostrana ci mostra una mischia di accattoni più che il sordido sodalizio di una “spectre”. Ti senti oppresso? Pensi che i nostri militari si comportino allo stasso modo sia in Francia che in Albania? Dobbiamo convincerci che esistono si persone di spessore e di cultura ma la maggioranza degli italiani è quella che riempie gli stadi o guarda l’Isola dei Famosi. Non saremo certo l’Abbissinia, ma neppure la Svizzera, stanne certo…

    Mi piace

  3. Se lo sapesse Enrico Mattei…

    “Il deputato Carlo Sibilia ha portato all’attenzione del governo-inciucio una “storia” che Global Witness, organizzazione internazionale governativa inglese, ha già raccontato all’assemblea degli azionisti ENI lo scorso 10 maggio. ENI e Shell sono le due multinazionali del petrolio più attive nel Delta del Niger. Secondo Global Witness ENI e Shell avrebbero pagato degli ex alti funzionari del governo nigeriano, per ottenere la licenza di un ricco giacimento offshore. Una procedura che viola le leggi internazionali anticorruzione, in quanto ogni contratto deve essere siglato direttamente con il governo, il quale ha assunto invece il ruolo di intermediario ricevendo in pagamento ben un miliardo e 92 milioni di dollari. La risposta del Vice-Ministro Fassina: il Governo Italiano ammette candidamente di non avere alcuna possibilità di controllare questi affari. Il 30% di quote che lo Stato conserva su ENI, sopravvissute alla stagione delle privatizzazioni, opera di fatto come uno 0%. La politica energetica risponde a interessi di privati. Se lo sapesse Enrico Mattei, Presidente ENI e servitore dello Stato fino a lasciarci la vita che il supremo interesse del Paese si è oggi trasformato in un arbitrio su cui lo Stato non conta più niente. Ci avete tolto tutto, ma siamo venuti a riprendercelo.”
    M5S Camera

    http://www.beppegrillo.it/2013/06/la_politica_energetica_in_mano_ai_privati.html

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...