Strategia della tensione a stelle e strisce

usaladen

“Nella peggiore tradizione cinematografica cui Hollywood ci ha abituato, abbiamo assistito nei giorni scorsi allo spettacolo di una città – Boston – completamente blindata, con il coprifuoco, da cui nessuno poteva uscire né entrare.
Proprio Boston – la città da cui è partita la rivoluzione americana contro il potere dei reali d’Inghilterra, sarà un caso? – il primo germe della Land of the Free, è diventata ostaggio di CIA ed FBI, sotto legge marziale e con irruzioni violente nelle case private.
9.000 uomini – comprese le famigerate forze speciali SWAT – pesantemente armati hanno paralizzato completamente la città in una caccia all’uomo in cui i ricercati sono stati indicati aprioristicamente come colpevoli dell’atto terroristico, dando così la stura a una nuova ondata di islamofobia.
Un esperimento di legge marziale e di occupazione militare di un’intera città.
I cittadini hanno potuto sperimentare come i diritti civili non abbiano alcun valore di fronte alle pretese motivazioni di sicurezza nazionale, cosa che si ripete ormai a scadenze regolari nella storia recente di questo Paese.
Ma la scala in cui questa occupazione manu militari di Boston si è svolta è superiore a qualsiasi altra nel passato e fa pensare ad una prova generale di possibili operazioni future.”

Boston: una prova generale?, di Piero Cammerinesi continua qui.

Annunci

4 thoughts on “Strategia della tensione a stelle e strisce

  1. Quello che mi fa pensare vedendo come è stato gestito il dopo attentato, è che ormai siamo abituati a come questi nascono si materializzano e finiscono. Anche quest’ultimo è tipico. Quando si verificano gli avvenimenti, le forze dell’ordine, con un tempismo da film, sono in grado di fonirti i nomi, foto e i dati snsibili di chi ha partecipato o eseguito l’attentato. Sono anni che li seguono che sanno quando entrano ed escono a casa ma non sono in grado di prevedere cosa faranno(?). Ma sopratutto mi colpisce il fatto che gli attentatori siano così ingenui nell’esecuzione del loro lavoro. Si presentano in un luogo, dove se starnutisci ti videoregistrano perchè potresti aver fatto baccano, con un cappellino bianco oversize posto sul capo in maniera inconsueta. Certo fra tanta gente sono facilmente riconoscibili. Credo che purtroppo l’opinione pubblica creda veramente che queste bugie siano la verità.

  2. Pingback: Strategia della tensione a stelle e strisce | FiascoJob Blog

  3. Pingback: Strategia della tensione a stelle e strisce | L'impero cadente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...