La barzelletta di Massimo D’Alema

528192_566378760068714_1638043932_n

Mentre l’attuale presidente del Copasir, Giacomo Stucchi, afferma che durante l’ incontro avuto qualche settimana fa presso la sede della NSA i funzionari dello spionaggio statunitensi hanno confermato che il Governo italiano non sapeva del programma di intercettazione Prism – “Nella sede dell’NSA ci hanno detto che raccoglievano informazioni sui dati di traffico, ma nessuno in Italia, cioè i governi Prodi, Berlusconi, Monti e per pochi mesi Letta e quindi nemmeno i servizi, è stato messo al corrente di quello che stavano facendo” – il barcaiolo delle Puglie ci comunica che…

Trento, 22 ottobre – Una situazione da verificare e da chiarire anche in Italia, cosi’ come sta facendo la Francia, secondo il gia’ presidente del Copasir Massimo D’Alema, quella delle telefonate dei cittadini francesi intercettate dalla NSA, che sta creando tra gli Stati uniti e il Paese d’Oltralpe una serie di tensioni.
“Non abbiamo mai concesso agli Stati Uniti – spiega D’Alema a margine di un intervento elettorale a Trento per le elezioni provinciali del 27 ottobre – di intercettare le telefonate dei cittadini italiani. Siamo un Paese sovrano e da noi per esempio non possono essere effettuate intercettazioni dei cittadini italiani senza l’autorizzazione della magistratura. E’ previsto anche per i servizi segreti che ci sia un magistrato che controlla e autorizza, nei casi in cui ci siano le motivazioni per autorizzare”.
(ANSA)

Annunci

8 thoughts on “La barzelletta di Massimo D’Alema

  1. Prendiamo atto delle dichiarazione fatte da D’Alema. Quindi anche TUTTE le intercettazioni fatte tramite Echelon, sono soggette alla autorizzazione! Chissà se questa è l’ennesima frottola? Dubito che l’Italia, non facente parte dei paesi Echelon, fosse informata su vari spionaggi in atto….

  2. Questo è poca cosa rispetto ai patti segreti che furono firmati tra Usa e Italia nel ’48 circa.
    Nessuno sa nulla e tutti lo sanno, visto che lasciano alle truppe di invasione di spadroneggiare da Nord a Sud del nostro territorio. Loro con le loro orecchie ed occhi, gli altri con i telefoni e computer sotto controllo… Vi sentite un po’ soffocare? Anche se siamo quasi in inverno non sarebbe l’ora di una bella primavera italiana? Gli invasori ci sono, i poveri e disoccupati e un governo imbelle anche…

  3. AHAHAHAHAHAHAHAH,ma da quando l’Italia “concede” qualcosa agli Usa?.
    Al massimo chiedono “permesso” solo per educazione,tanto fanno lo stesso quello che vogliono.
    I cittadini italiani subiscono trattati tenuti secreti,che ci riguarderanno chissà ancora per quanto tempo,forse anche per sempre.

  4. “Il fatto che lo spionaggio esista è una realtà nota a tutti. Il problema è che qui si stanno superando i limiti più estremi. Patriot Act e intercettazioni di ogni genere indicano che gli Stati Uniti stanno diventando via via più pericolosi in misura proporzionale al loro declino. Quello che fa specie dell’Europa è che il servilismo è arrivato a un punto tale che se domani un missile nucleare statunitense piovesse su Parigi, Roma o Berlino si arriverebbe solo a dichiarazioni di facciata, la più pesante delle quali sarebbe “chiederemo spiegazioni”, come ha fatto il ministro francese Valls.”

    Giacomo Gabellini

  5. Come si fa a chiedere spiegazioni agli americani per le intercettazioni. Ma ci prendono per cretini? Noi dovevamo incavolarci tanto da far venire l’infarto a Kerry, invece dalle immagini, da’ il bacio di Giuda a Letta e strapazza fisicamente il Ministro Bonino come se fosse una bambola di pezza. Ma che rispetto ha per Noi Kerry? Il ministro però, si farebbe schiaffeggiare e darebbe anche le altre guance se Kerry lo desiderasse. Lui rappresenta l’invasore, è il bugiardo patentato di turno. Parlate del DC9 dell’Itavia , parlate del loro missile che ha ucciso innocenti. Dove è il nostro amor proprio di Nazione, dove..cosa bisogna fare per farci rispettare dagli invasori. Non ne posso più.

  6. Italia, Germania e Giappone hanno perso la II Guerra Mondiale, ma solo in Italia, i militari americani spadroneggiano dentro e fuori le loro basi. Altrove, il loro comportamento non sarebbe consentito. Pare che la Germania finisca quest’anno col pagare i danni della II GM.
    Per l’Italia rimane un segreto ben custodito. Persino Gheddafi, in rappresentanza della Lybia, ci sbeffeggiò, prima cacciando gli Italiani dal suolo libico e durante le sue due ultime visite a Roma.

  7. Gheddafi ha sbagliato di grosso pure lui, visto che negli ultimi anni prima della sua eliminazione ha accolto in Libia gli emissari dell’intelligence USA che hanno avuto tutto il tempo di preparargli un bella trappola…

  8. Il ritardo di Letta l’amerikacano che dubita delle intercettazioni segue il colloquio con Kerry. Falso come i soldi del Monopoly.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...