Solide radici

solide radici

Annunci

One thought on “Solide radici

  1. “Quanti ne abbiamo visti, di rappresentanti del “nuovo che avanza”, dalla fine della Prima Repubblica ad oggi? Bossi, Berlusconi, Di Pietro, senza neppure dimenticarsi le meteore come Segni e compagnia bella. Ne abbiamo visti a carrettate. Tutti frettolosi, tutti sprezzanti del classico e a loro detta stantio frasario repubblicano e costituzionale, che ostacola ed ostacolerebbe una veloce (sempre questa fretta, sempre questo culto della velocità) ed efficace (sempre questo desiderio di rivoluzionare tutto, di far tutto per bene) pratica di governo. Sarà anche il “nuovo che avanza”, ma ormai è il “vecchio che viaggia con vent’anni di ritardo” (dal ’94 ad oggi, neanche a farlo apposta, corrono proprio vent’anni tondi tondi). E Renzi, con tutte le sue smancerie da giovincello, o da giovinastro, non fa differenza. Anzi, a guardar bene era già roba vecchia vent’anni fa. La visione della politica estera ancora atlantista e legata al mondo unipolare, in tempi di multipolarismo sempre più avanzato, le idee liberiste in economia, quando ormai queste vengono sempre più detronizzate a favore dell’economia sociale (quando addirittura non socialista) di mercato, ecc: siamo agli Anni ’80, primissimi Anni ’90, e il mondo nel frattempo è corso in avanti.”

    da Il “nuovo che avanza” al potere. Come da ventennale tradizione, di Filippo Bovo
    http://www.statopotenza.eu/10456/il-nuovo-che-avanza-al-potere-come-da-ventennale-tradizione

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...