Sovranità alimentare in Russia

summers091413-864x400_c

A proposito della notizia secondo la quale i cineasti russi Nikita Mikhalkov, già premio Oscar, e il fratello Andrej Konchalovsky hanno inviato una lettera al presidente Vladimir Putin, chiedendo un contributo pubblico di quasi un miliardo di rubli (poco più di 18 milioni di dollari) per la creazione di una catena di fast food patriottici dal nome “Mangiamo a casa”, in alternativa alle catene di ristoranti occidentali tipo McDonald’s – riceviamo e volentieri pubblichiamo la seguente riflessione di Paolo Borgognone.

“L’ho letto ieri e riscatta il senso di nausea e delusione che provai quando, nel Gennaio 1990, il primo McDonald’s aprì i battenti a Mosca, con Boris Eltsin che subito accorse a ingozzarsi a uso e consumo delle telecamere occidentali.
Da notare il passaggio dove il giornalista scrive che si dovrebbe mangiare meno cibarie dei fast food americani (Super Size Me docet) non per amor di Patria (guai, sentimento proibito!) ma per il mero piacere di “mangiar sano”.
“Vero è che la risposta alle catene americane in Italia è già partita da qualche anno con le hamburgherie a chilometro zero. Certo, non una risposta di Stato e non un inno alla Patria, quanto piuttosto la voglia di mangiare, si spera, cibo più sano, dando la priorità ai prodotti del territorio”.
Come a dire: vabbè, il “cibo” dei fast food ogni tanto lo smettiam di mangiare per evitare di avvelenarci (ancora Super Size Me insegna) oltre ogni limite, però rimaniamo culturalmente fedeli, nei secoli e indefettibilmente, non vi preoccupate.
La Stampa rimane il miglior giornale di esilarante (e a tratti davvero grottesca nella sua goffaggine propagandistica) promozione degli interessi americani (abilmente mascherati da “valori culturali democratici”) in Italia.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...