Come funziona la propaganda dominante

nemtsov-630x419

Le reazioni platealmente diverse dei media occidentali agli omicidi di due esponenti dell’opposizione – il politico russo Nemtsov e il giornalista ucraino Buzina – è un caso da studio di giornalismo di parte.
Dopo l’uccisione di un noto esponente dell’opposizione russa Boris Nemtsov, i mezzi di informazione statunitensi hanno pubblicato oltre 100 articoli, saggi, trasmissioni in diretta e rapporti concernenti la relazione di Nemtsov con il Cremlino, il corso delle indagini, così come le dichiarazioni di funzionari pubblici russi e stranieri – tutto nello spazio di soli quattro giorni. La velocità con cui i pezzi sono stati pubblicati non faceva che aumentare al passare dei giorni. La cerimonia funebre di Nemtsov è stata ampiamente riportata da CNN, Fox News, CBS News e ABC.
Dopo l’uccisione di un noto esponente dell’opposizione ucraina Oles Buzina, i maggiori media statunitensi hanno pubblicato circa 20 articoli in quattro giorni, la maggior parte dei quali erano brevi note di agenzia. C’era anche una manciata di editoriali. Solo Radio Liberty ha deciso di riferire del funerale di Buzina il 19 aprile e anche ciò era minuscolo nel contenuto: un video di un minuto e qualche parola circa i sospetti di Kiev che la Russia sia dietro la sua morte!
È tutto abbastanza semplice e molto esemplificativo.
Possano entrambi riposare in pace. Vittime insensate di un mondo impazzito.
Margarita Simonyan

Fonte – traduzione di F. Roberti

Annunci

One thought on “Come funziona la propaganda dominante

  1. I due concetti più grotteschi riguardo alla farsa dell’omicidio Nemtsov riguardano l’uso che se ne fa per screditare Putin.
    1) La dichiarazione di Nemtsov: “ho paura che Putin voglia uccidermi”. Dopo un paio di mesi, Putin lo uccide. Bisogna essere particolarmente bricconi per credere che una persona esposta come Putin possa cadere in un tranello del genere. Si tratta di un modo di ragionare privo di ogni logica, più o meno come se su “repubblica” fosse apparso questo titolo: “il cadavere di Nemtsov rivela: è stato Putin!” Mamma mia, ci stanno prendendo veramente per dei coglioni.
    2) un blogger russo, che fa opposizione IN RUSSIA, prima si lamenta di quanto il regime di Putin sia opprimente per la libertà d’opinione, ma poi riesce ad esprimere l’opinione che Putin sia un assassino. Per noi europei arrivare ad accusare pubblicamente un capo di stato di essere un omicida non solo è impensabile, ma è proprio al di fuori delle nostre categorie semantiche standard: se è un alto funzionario, ergo non può aver commesso nessun crimine, perché è moralmente impensabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...