Solidarietà per Alexander Dorin

Il giorno in cui la Russia ha posto il veto sulla bozza di risoluzione al Consiglio di Sicurezza ONU -considerata “non costruttiva, aggressiva e politicamente motivata”- destinata a condannare, dopo venti anni, gli eventi di Srebrenica quale “genocidio”, vogliamo porre l’attenzione sul caso di Alexander Dorin, storico indipendente e pubblicista, autore di Srebrenica. Come sono andate veramente le cose.
Lo scorso 17 giugno, Dorin è stato prevelato dalla sua abitazione di Basilea, in Svizzera, da uomini armati, probabilmente membri delle forze speciali, in circostanze poco chiare.
Ora egli si trova in una prigione svizzera, con l’accusa di possesso e traffico di sostanze stupefacenti.
Chi vuole esprimere il proprio sostegno, anche di carattere finanziario quale contributo per le spese legali, può reperire le necessarie informazioni collegandosi alla relativa pagina Facebook.

Advertisements

6 thoughts on “Solidarietà per Alexander Dorin

  1. Notizie su Srebrenica che si allontanano dal “pensiero unico” si possono trovare, oltre che nel dossier edito dalla Città del Sole, anche nel dossier a cura di Zambon e nel saggio del giornalista tedesco Elsasser “Menzogne di Guerra”. Complimenti alla Russia per aver bloccato il fiume delle bugie e solidarietà a Dorin, il cui libro spero si possa pubblicare anche in Italia, Vincenzo Brandi

  2. Come si constata ormai anche da parte ‘politicamente corretta’ la Svisssera è solo formalmente una entità neutrale. Sede della BRI (la famigerata e criminale banca dei regolamenti internazionali) madre della plutocrazia bancaria anglo-atlantica-sionista nel continente eurasiatico nonchè madrina della nota associazione no-profit detta BCE è volentieri teatro di scorribansde mediatiche e guerrafondaie dell associazione mondialista per antonomasia, tenacemente voluta dai massacratori della 2a G.M., quella onusiana. Anche l’associazione coloniale combattenti e reduci per la demokrazia (nato) ha i suoi capisaldi nei cantoni, ufficialmente solo per ‘propiziare’ inutili quanto costose riunioni programmatiche di ‘vertice’ in terra ‘neutrale’.

    Ogni gruppo, fazione, centro di disinformazione, di guerra non convenzionale e di strategia della tensione ha colà il suo ufficio di rappresentanza. E questo non da oggi, ma almeno dagli anni 40. Un vero crogiuolo anti-Europa (quella vera) questa Svisssera. E c’è chi ancora la vede solo come terra di orologiai un po’ sopra le righe, cioccolato (in polvere) e formaggio (sempre in polvere)…. Hulla-la-la-ii-ò!

  3. Secondo me la Svizzera una volta era libera, mentre purtroppo da un po’ di anni e’ anch’essa sotto ricatto della plutocrazia atlantica.

  4. Dovremmo saperlo: la ‘parola ‘genocidio’ nell’etimologia demokratica ha tutto un altro sapore…
    Mi sovviene un altro….’genocidio’…base fondante di un regime criminale e del sistema speculativo post 2a G.M.
    Anche questo può contare su una iniezione di fondi praticamente senza limiti e spesso anche su una ri-masterizzazione professionale del pacchetto di offerta. Una sorta di osceno pay-per-view impostoci, di cui francamente, faremmo MOLTO volentieri a meno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...