I meccanismi della disinformazione

I meccanismi della disinformazione nascono come operazioni di vertice, ma ormai sono talmente penetrati nelle consuetudini collettive da sembrare connaturati al trattamento delle notizie. Laddove per notizie, beninteso, si deve intendere qualunque aspetto della realtà che venga rielaborato dai media mainstream. Tra gli obiettivi strategici, del resto, c’è proprio la trasformazione dei meccanismi in automatismi, che riducono al minimo le opportunità di rendersi conto che l’impostazione odierna è figlia di un progetto preciso. Fintanto che si resti immersi nel flusso, e trascinati dalle sue inesauribili correnti, è quasi impossibile comprendere che non si tratta di un fiume ma di un canale artificiale. A monte non ci sono delle sorgenti cristalline, ma delle pompe inquinate. Sguazzare ci si sguazza. Sguazzando ci si avvelena.
Federico Zamboni

Annunci

One thought on “I meccanismi della disinformazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...