Sigonella è un cancro in metastasi


“Quanto sta accadendo in Sicilia conferma inesorabilmente quanto sostenuto da attivisti e ricercatori No War, cioè che la base di Sigonella è un cancro in metastasi che diffonde ovunque installazioni, radar, presidi e militarizzazioni. L’Isola è stata trasformata infatti in un’immensa piattaforma di morte USA e NATO: oltre alla telestazione di Niscemi, è stato creato un centro operativo a Pachino (Siracusa) per supportare le esercitazioni aeronavali della VI Flotta nel Canale di Sicilia; ad Augusta sorge una grande struttura portuale per il rifornimento di armi e gasolio delle unità da guerra e dei sottomarini nucleari; gli scali di Catania-Fontanarossa, Trapani-Birgi, Pantelleria e Lampedusa sono utilizzati per le missioni d’intelligence top secret dei velivoli alleati o di società contractor private a servizio del Pentagono e/o – come avvenuto nel 2001 durante la guerra contro la Libia – per le operazioni di bombardamento contro obiettivi civili e militari “nemici”.
Non c’è area addestrativa o poligono in Sicilia che non sia stato messo a disposizione dei reparti d’elite USA protagonisti delle peggiori nefandezze nei teatri di guerra internazionali. I Marines destinati a intervenire in Africa utilizzano periodicamente per esercitarsi una vasta area agricola nel Comune di Piazza Armerina. Ai reparti a stelle e strisce è stato concesso pure l’uso del poligono di Punta Bianca, a due passi dalla città di Agrigento, in una delle aree naturali e paesaggistiche più belle e più fragili dell’Isola, utilizzato stabilmente dalla Brigata Meccanizzata “Aosta” dell’Esercito italiano. Nella primavera 2019, i reparti statunitensi di stanza a Sigonella sono stati inoltre tra i protagonisti di un’imponente esercitazione che ha interessato buona parte della provincia di Trapani, comprese alcune aree di rilevante interesse naturalistico e lo scalo aereo di Birgi.
Ancora più foschi gli scenari che potrebbero essere riservati alla Sicilia intera nei prossimi anni. E’ in atto una pericolosissima sfida sferrata da Trump contro la Russia con la cancellazione unilaterale del Trattato INF contro le armi nucleari a medio raggio, firmato da USA e URSS a fine anni ’80. Quel trattato aveva consentito lo smantellamento dall’Europa dei missili Pershing II, SS-20 e Cruise; 112 di questi ultimi vettori nucleari “da crociera” erano stati installati dalla NATO a Comiso (Ragusa), nonostante una straordinaria stagione di mobilitazione popolare, una delle più importanti della storia della Sicilia. La scellerata decisione dell’amministrazione USA rischia di condurre ad una nuova escalation del processo di militarizzazione e ri-nuclearizzazione dell’intero territorio siciliano, considerato che i nuovi programmi di riarmo puntano alla realizzazione – ancora una volta privilegiando il Fianco Sud della NATO oltre a quello orientale – di nuovi sistemi missilistici a medio raggio con lancio da piattaforme terrestri e/o anche mobili, esattamente come avveniva con i Cruise di Comiso, trasportabili ovunque sui camion-lanciatori TEL. Altri aghi atomici da occultare nel pagliaio Sicilia in nome e per conto dei moderni Stranamore e delle transazionali del profitto d’oltreoceano.”

Da Droni AGS a Sigonella. Il regalo di Natale della NATO ai Siciliani, di Antonio Mazzeo.
L’immagine a corredo è tratta dalla pagina Facebook NAS Sigonella.

7 thoughts on “Sigonella è un cancro in metastasi

  1. la NATO è una associazione a delinquere, ma le Sardine che sono contro l’odio perchè non affrontano questo problema ? perchè non se ne occupano ? VERGOGNA !

    "Mi piace"

  2. io volevo regalare lampedusa, anzi le pelagie ai Russi. Altra Persona, più intelligente di me, voleva vendergliela. E se Noi il PopoloSovrano Costituzionale [art 1] ci vendessimo tutte le isole a Putin? Mica male, come mossa. Anche se non mi piacciono i giochetti d’azzardo, ma amo i video giochi intelligenti, dove s’impara…e ci si diverte.

    "Mi piace"

  3. Queste autorizzazioni, che hanno fatto della Sicilia uno stato degli Usa, chi le hanno date, sono passate dal parlamento o gli amerikani sono liberi di fare quello che vogliono in Italia senza alcuna autorizzazione? Tutto questo non in mio nome naturalmente. L’odio sale sempre di più.

    "Mi piace"

  4. Buon anno, e a chi spera in un rinnovamento dico Mai dire Mai. Il cambiamento va cercato e attuato. Ci vuole un minimo di coraggio, ma le folle possono molto nella democrazia.

    "Mi piace"

  5. Cosa puo capitare di peggio alla Sicilia e all’italia tutta? sta gia’ capitando il peggio e non
    e’ il pericolo nucleare ma l’invasione aliena che sconvolgera l’isola, l’italia e l’europa.
    Una guerra nucleare, se veramente esistono le bombe, sarebbe una morte rapida,
    ma la destabilizzazione della societa appoggiata dai politici e industriali venduti e’ peggio della
    tempesta nucleare, gia’ nelle altre nazioni i nativi sono vessati dalle leggi statali che
    gli vietano di difendersi o di protestare contro l’immigrazione e contro i crimini degli
    immigrati, in inghilterra, svezia e norvegia la sharia e’ legge dello stato, in italia siamo
    gia’ nelle stesse condizioni, vietato difendersi e guai a causare danni fisici agli assalitori.
    Quindi, cosa e’ peggio la fine del mondo o l’agonia sotto mamma mia li turchi?
    Finiremo come gli indiani d’america, nelle riserve.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.