RozzEmilia 1987-2020

Sazia e disperata
con o senza TV
piatta monotona
moderna attrezzata
benservita consumata
afta epizotica
nebbia calce
copertoni bruciati
cataste di maiali sacrificati
agli dei delle zone infette
agli dei delle zone controllate
agli dei delle zone protette
agli dei delle zone denuclearizzate
parlava bene il presidente
dell’1 che diventa 2
ma non per questo
il 51 si trasforma in 52
a allora
bi-tri-quadri-penta-sex-tutti
e tutti sono onesti e tutti sono pari
e tutti hanno le palle
democratiche e popolari
e tutti sono onesti e tutti sono pari
dammi una mano dammi una mano
ad incendiare il piano padano
dammi una mano dammi una mano
ad incendiare il piano padano
provincia di due imperi
provincia industrializzata
provincia terzializzata
provincia di gente squartata
1/4 al benessere
1/4 al piacere
1/4 all’ideologia
l’ultimo quarto se li porta tutti via
dammi una mano dammi una mano
a consolare il piano padano
dammi una mano dammi una mano
ad incendiare il piano padano
dammi una mano dammi una mano
ad incendiare il piano padano
dammi una mano dammi una mano
a consolare il piano padano

One thought on “RozzEmilia 1987-2020

  1. “La verità è che non ha vinto Bonaccini e non ha vinto il PD ma ha vinto un sistema che dopo settantacinque anni di monocolore partitico ha creato vere e proprie dinastie di funzionari pubblici o pseudopubblici ed un intreccio con diversi settori economici contigui che si sono estesi ulteriormente dopo la svolta turboliberista del PCI. Questo intreccio che potremmo chiamare Modello Emiliano 2.0 ha saputo determinare un vero e proprio mutamento antropologico, così il cambiamento, qualsiasi cambiamento, o viene ignorato e deriso o, quando ti viene a suonare in modo sguaiato (ma giustificato) al campanello di casa, è percepito come una minaccia a posizioni, soprattutto psicologiche, consolidate. Qui si toccano i sentimenti di un popolo ed il sentimento più vivo, qui, è la fiacca e il desiderio di piccoli confort. Altro che voglia di sparigliare le carte in tavola. Del resto basti ricordare quanto erano baciapile i bolognesi prima dell’arrivo di Napoleone o fascistissimi prima dell’arrivo degli alleati. Sappiamo come andò a finire: divennero giacobini prima e comunisti poi.”
    Alessandro Cavazza

    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/considerazioni-sulle-elezioni-in-emilia-romagna-nulla-di-nuovo-dalla-contea-hobbit

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.