Ecco la nostra proposta di legge per l’Italiano: sostienila

Quasi un anno è trascorso dal lancio della nostra petizione rivolta al Presidente Mattarella. Un anno lungo e complicato per tutti, durante il quale però noi non abbiamo mai smesso di lavorare per sensibilizzare il più ampio pubblico possibile – così come la classe politica italiana – sul tema della lingua, della sua tutela come bene comune e del suo potenziale come strumento di sviluppo economico.

In questo ultimo mese l’attenzione si è riaccesa sul tema dell’eccesso di anglicismi in Italiano, grazie a una battuta del nuovo Presidente del Consiglio Draghi, che in diretta si è chiesto “chissà come mai dobbiamo sempre usare tutte queste parole inglesi?”.

Abbiamo dunque deciso di cogliere questo momento, che è arrivato quasi in coincidenza con il Dantedì, giorno che celebra uno dei padri della lingua italiana, per fare un ulteriore passo. Alcuni nostri Attivisti, guidati da Antonio Zoppetti, hanno scritto una proposta di legge organica per la tutela dell’Italiano, che tocca non solo il tema degli anglicismi e della necessità di non abusarne, ma anche altri punti, dal rilancio dell’Italiano nella scienza e nell’alta formazione, fino al suo ruolo nelle istituzioni europee e come strumento di promozione internazionale.

La proposta di legge “dal basso”, come prevede la Costituzione italiana all’articolo 50, è stata depositata ai due rami del Parlamento il 22 marzo 2021 e il 24 marzo il Senato l’ha recepita, assegnandola alla Commissione VII (Istruzione pubblica, beni culturali).
A QUESTO PUNTO OCCORRE IL VOSTRO AIUTO!

L’assegnazione non significa che la proposta verrà discussa. Potrebbe essere archiviata. Per fare in modo che proceda nel suo iter, il consenso dei cittadini gioca un ruolo fondamentale.

Allora vi chiediamo di leggere e sottoscrivere la nostra proposta alla seguente pagina e poi di diffonderla per raccogliere quante più firme possibile.

Il vostro aiuto è ancora una volta fondamentale.

Grazie!

Attivisti dell’italiano

One thought on “Ecco la nostra proposta di legge per l’Italiano: sostienila

  1. I PRIMI ATTORI DA SANZIONARE PER IL MANCATO USO DELLA LINGUA ITALIANA SONO I PARLAMENTARI CHE ERUTTANO LEGGI, ORDINANZE, DECRETI LEGGE IN LINGUA NATO-AMERICANO – CIOE’ LA LINGUA DI COLORO CHE OCCUPANO ANCORA IL PAESE ITALIA. IO COME CITTADINO ITALIANO DEVO CAPIRE NELLA MIA LINGUA MADRE COSA VUOLE L’AUTORITA’ NEL MOMENTO STESSO IN CUI MI SI CHIEDE DI FARMI IDENTIFICARE ED IN BASE A QUALE DISPOSIZIONE MI SI CONTESTA UNA INFRAZIONE.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.