Senza lasciare tracce

Kabul, 11 maggio – Centossettantadue organizzazioni non governative sono state sciolte in Afghanistan, molte delle quali per ”cattiva amministrazione”. Lo ha annunciato il Ministero dell’Economia di Kabul in un comunicato.
La speciale commissione di controllo, guidata dal ministro Abdul Hadi Arghandiwal, era stata istituita dal presidente Hamid Karzai per verificare l’attività di circa 1.500 organizzazioni di aiuti umanitari operanti nel Paese, come parte di un programma di lotta alla corruzione. Dall’invasione americana del 2001, decine di miliardi di dollari di aiuti sono stati destinati all’Afghanistan, ma gran parte dei fondi sono finiti in tasche private senza lasciare tracce.
(ASCA-AFP)

“Invasione americana”? Evviva la sincerità!