“Israele ha diritto di difendersi”

482546_10200729055802637_1784258141_n

Israele ha diritto di difendersi. Lo ha sostenuto il presidente americano Barack Obama, ritenedo che lo Stato ebraico abbia il diritto di proteggersi di fronte a un rifornimento di armi della Siria agli hezbollah libanesi.
Obama, in alcune dichiarazioni rilasciate alla tivù USA in spagnolo Telemundo, tuttavia non ha confermato il raid israeliano contro un deposito di missili Scud in Siria.
Notizia che, al contrario, è stata confermata e svelata nei dettagli dal New York Times, che cita fonti sia americane sia siriane.

Fonte

Annunci

14 thoughts on ““Israele ha diritto di difendersi”

  1. La fornitura non era siriana ma iraniana e comunque… non chiedermi come lo so, ma lo so per certo, è stato molto meglio che Israele abbia agito in anticipo. Hezbollah non è Hamas, è molto peggio. Hamas sparava verso Israele i missili Kassam, roba da bricolage del terrorismo, costruiti con rottami, ma per fermare il lancio dei Kassam Israele ha messo a ferro e fuoco Gaza. Hezbollah invece si stava procurando dall’Iran gli Scud D, e i Fateh-110, con i quali si potrebbe radere al suolo con assoluta precisione interi quartieri di Tel Aviv. Diciamo che mi occupo di queste cose più o meno da 30 anni, quindi fidati, A gaza c’è stata l’operazione Piombo Fuso perché i territori Palestinesi confinano con Israele e in fondo i danni dei Kassam sono sempre stati minimi, ma se uno solo dei missili Iraniani in mano di Hezbolla fosse stato lanciato contro Tel Aviv… ora staremmo organizzando i soccorsi da inviare… ma a Teheran, e solo dopo la scomparsa del fungo atomico. Mi tappo il naso e dico “meglio così”.

  2. ” La visione del mondo di ciascun uomo riflette inevitabilmente il suo campo di specializzazione”

  3. francamente, quanto riportato dai media sulle circostanze del blitz sionista ci pare -come al solito- soltanto opera di disinformazione strategica.
    più probabile è che Israele stia agendo per dare respiro ai “ribelli” sempre più messi all’angolo dall’esercito siriano…

  4. John Law, nessuno ti ha detto di andare a cagare ? Spiegami per quale logico motivo interi quartieri di Gaza possono essere rasi al suolo e quelli di Tel Aviv no ? Forse perché c’è una razza superiore ? E da dove cazzo è arrivata questa razza , non semita, superiore ? I palestinesi, tutti di razza semita, sono a casa loro . , non dimenticarlo.
    sebastiano

  5. invitando a stemperare i toni, si segnala la seguente dichiarazione (Ansa di ieri ore 22:54) a cui viene data scarsa diffusione…

    GINEVRA, 5 MAG – ”Abbiamo potuto raccogliere alcune testimonianze sull’utilizzo di armi chimiche in Siria, ma non da parte delle autorita’ governative, bensì degli oppositori”. Lo ha detto Carla Del Ponte, componente della commissione Onu sul conflitto siriano.
    ”Quando la commissione speciale potrà completare la sua inchiesta, si potra’ stabilire se il governo ha fatto” lo stesso, ha aggiunto l’ex magistrato svizzero, sottolineando che in Siria ”non ci sono buoni da una parte e cattivi dall’altra”.

    e ancora:

    Ginevra, 6 mag. (Adnkronos/Aki) – Ci sono prove dell’uso del gas sarin letale da parte dei ribelli nel conflitto siriano in corso da oltre due anni. Lo ha denunciato l’ex procuratore del Tribunale penale internazionale e membro della commissione d’inchiesta delle Nazioni Unite sulle violazioni dei diritti umani in Siria Carla Del Ponte.
    ”I nostri ispettori sono stati nei Paesi vicini a intervistare vittime, medici e negli ospedali da campo. In base ai loro resoconti della scorsa settimana ci sono sospetti forti e concreti, ma non prove inconfutabili, dell’uso di gas sarin”, ha detto Del Ponte in un’intervista all’emittente svizzera italiana. Del Ponte ha sottolineato che a oltrepassare la ”linea rossa” posta dal presidente degli Usa Barack Obama sono stati quindi ”i ribelli, l’opposizione, non le autorita’ del governo” siriano.

  6. A parte l’espressione scatologica di Sebastiano, sono d’accordo. La paura è che, non potendo attaccare militarmente l’Iran, l’attacco alla Siria può rappresentare un casus belli e spingere gli Iraniani ad una azione – reazione. Gli Iraniani sono un popolo intelligente e mi auguro che non cadano nel tranello.

  7. Assad ha arruolato e reso operativi i miliziani sciiti libanesi, o almeno così si legge da qualche settimana. I suddetti miliziani avranno chiesto qualcosa in cambio, qualcosa che i siriani prima non avevano concesso: è quel qualcosa che è stato oggetto del raid di Israele, che diversamente non ha alcun motivo di prendersela con i siriani (che ne garantiscono la tranquillità da quattro decenni).

    Sono solo congetture.

  8. @sebastiano cosenza
    diamoci una calmatina. E’ vero, sono tutti semiti, e da 65 anni si ammazzano tra loro senza pietà. Per parte mia, ho solo esposto i fatti, senza peraltro nemmeno esprimere giudizi di merito, mi sono solo espresso sulla pericolosità. Voglio precisare infine di aver parlato per diretta conoscenza dei fatti, e comunque non sono disposto ad affrontare oltre l’argomento. Saluti.

  9. Qualcuno mi spieghi perché un paese che tutto sommato funzionava, con un presidente che, oltre ad esser un medico, si è sempre comportato da persona pacifica nel rispetto delle minoranze culturali e religiose, ad un certo punto impazzisce, lui e tutto il suo governo, e comincia a bombardare il suo popolo, a somministrargli armi chimiche e distruggere luoghi di culto, interi quartieri, mercati, scuole, università? Dov’è la logica in tutto questo? Come si può credere in una teoria simile? Non si richiede una grande intelligenza per capire che c’è qualcosa che non quadra, o no? Che altro dovrebbero fare le petromonarchie del golfo, l’entità sionista, l’Europa, la Nato, gli Stati Uniti, per chiarire ancor più il loro piano di distruzione di tutti quei paesi che non si sottomettono al loro potere? Che altro dovranno fare le bande armate terroriste della pseudo “armata libera siriana” per farci capire chi sono i veri carnefici? Come si fa ad essere tanto stupidi da non afferrare il gioco, ad accettare come vere solo le testimonianze provenienti da queste bande di delinquenti assassini? Si può! Basta essere un bastardo colluso o un israeliano o un semplice idiota.

  10. Che poi, in Siria i disordini sono scoppiati per motivi economici. Una rendita petrolifera in declino da anni, con esportazioni ormai evaporate; ed una popolazione in crescita, anche a causa del numero dei profughi palestinesi e libanesi. I miliziani stranieri sono arrivati dopo, senza nulla voler togliere al danno da essi arrecato.

  11. Hassan Rastanaoui, portavoce dei “ribelli”, è intervistato dal secondo canale della televisione israeliana.
    Egli esprime la sua gioia per aver visto Israele colpire la Siria, distruggere posizioni governative, uccidere centinaia di siriani…
    Vedere per credere! (dal minuto 0.38)

  12. Pingback: Lettera a Dio | Il pennaiolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...